martedì, Aprile 20, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Palio della Rocca a Serra Sant’Abbondio: passione ed emozioni con la corsa delle oche

Palio della Rocca a Serra Sant’Abbondio: passione ed emozioni con la corsa delle oche

Al sesto rintocco della campana scatterà la storica disfida tra i castelli con la famosa e spettacolare corsa delle oche. E’ il momento da sempre più atteso, sentito e coinvolgente del Palio della Rocca, la cui 32esima edizione è in programma il 7, 8, 9, 16 settembre nel borgo di Serra Sant’Abbondio, in provincia di Pesaro e Urbino. Una delle rievocazioni più importanti e partecipate della regione Marche. Ad organizzarla, la Pro Loco e il Comune, con il patrocinio dell’assemblea legislativa delle Marche, Regione, Provincia, Camera di Commercio, Comunità montana del Catria e Nerone e Associazione marchigiana Rievocazioni storiche. L’evento è sia ricerca e rievocazione storica che competizione tra i tre castelli e i tre borghi.

Serra aveva nel suo territorio tre Castelli: quello di Leccia, Colombara e Serra Sant’Abbondio o di Sant’Onda. In epoche successive vennero edificati i tre borghi: Montevecchio, Poggetto e Petrara. Questi tre castelli e borghi si contendono il Palio della Rocca raffigurante l’immagine di Sant’Abbondio, prete romano e martire sotto la persecuzione di Diocleziano, attraverso una spettacolare corsa delle oche, gioco molto in voga nel periodo medievale e rinascimentale. L’appuntamento è domenica 9, nel pomeriggio, quando si terrà il Palio della Rocca.

Si inizierà con la spettacolare parata in costume dei Signori dei Castelli e delle compagnie figuranti. Verranno accolti dal signore del castello principale accompagnati da un alfiere con lo stendardo simbolo del proprio castello e dalle oche protagoniste indiscusse della manifestazione seguite dal proprio ocaro. Prima del “Palio della Rocca”, “Lo Palio dei Monelli”. I bambini dei castelli si sfideranno in una prima corsa delle oche.

Ma la manifestazione avrà inizio già venerdì. Ricchissimo il programma in un borgo in cui sembra che il tempo si sia fermato, grazie anche alla presenza di gruppi storici e compagnie provenienti da tutta Italia. Quest’anno saranno presenti la compagnia Grifone della Scala, i musici Picari Frentani, la compagnia del Maggio, il gruppo Strix Falcon, tamburini e sbandieratori di Montecassiano e i gruppi celtici Cisal Piper e Sturm e Drunk. Tre le osterie dove degustare tipicità locali: Osteria de li Castelli, di Sant’Honda e la Taverna del Mandriano.

Serra Sant’Abbondio, ai piedi del monte Catria, a due passi dal Monastero di Fonte Avellana, si tufferà per un intero week-end in epoca medievale. Saranno riproposti arti e mestieri, grazie a un dettagliato e approfondito studio dei costumi e dei modi di vita di quel periodo. Venerdì alle 19.30 il Banchetto de la corte: cena medievale su prenotazione con intrattenimento della compagnia “Grifone della Scala” e i musici “Picari Frentani”. Alle 21 il rito: il notaro leggerà il bando aprendo solennemente la manifestazione. Durante le serate spettacoli itineranti, di falconeria, giocoleria, focoleria, e sbandieratori, musica caratteristica dei gruppi celtici.

Sabato alle 21 si entrerà nel vivo dell’evento con il Palio straordinario di San Biagio, compatrono di Serra. Una particolare corsa delle oche che vedrà le donne contendersi la vittoria. Domenica il gran finale con lo spettacolo pirotecnico che accenderà il borgo. Il 16 la consegna del palio e la cena della pace.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *