domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Consiglio Comunale: documento unico di programmazione da approvare e all’ordine la pericolosità di via Marradi e Moretti

Consiglio Comunale: documento unico di programmazione da approvare e all’ordine la pericolosità di via Marradi e Moretti

San Benedetto del Tronto – Il presidente Giovanni Chiarini ha convocato il consiglio comunale per sabato 29 settembre alle ore 8 (inizio effettivo ore 9). Tra i punti all’ordine del giorno si segnalano i seguenti temi: un’interpellanza e un’interrogazione di Capriotti (PD) sulla pericolosità delle vie Marradi e Moretti a causa delle radici degli alberi e sull’adesione al protocollo d’intesa per attuare il progetto “Città sostenibili dei bambini e degli adolescenti nelle Marche”; un’interrogazione di Gabrielli (FI) in merito alla fase in cui si trova il processo di approvazione del regolamento per l’occupazione del suolo pubblico; la comunicazione di prelevamenti effettuati dal fondo rischi contenzioso per fare fronte a pronunciamenti giurisdizionali in materia di risarcimento danni e onorari legali;  la ratifica di variazioni al bilancio concernenti movimenti per circa 166mila euro richiesti dai diversi settori per sopravvenute esigenze ma che non modificano i saldi; la verifica dello stato di attuazione dei programmi e l’approvazione del documento unico di programmazione 2019/2021 con contestuale variazione al bilancio di previsione 2018/2020 e al programma triennale delle opere pubbliche; l’approvazione dello schema di bilancio consolidato 2017. Il bilancio si riferisce al Comune e alle società ed enti strumentali da esso a vario titolo partecipati che sono ATA n. 5 rifiuti, ATO n. 5 Marche sud, Azienda Multiservizi s.p.a., C.I.I.P. s.p.a., Picenambiente s.p.a., Start s.p.a., Start plus s.c.a.r.l., Hydrowatt s.p.a.. Il bilancio così calcolato ha un valore di circa 208 milioni e presenta un risultato di esercizio ante imposte di poco più di un milione ;l’approvazione dello schema di convenzione con cui il Comune decide di avvalersi delle competenze della Provincia di Ascoli piceno per l’espletamento delle funzioni in materia sismica (comprese la vigilanza sulle opere e il supporto alla pianificazione urbanistica);

Altri temi che verranno presi in considerazione: l’approvazione di uno schema di convenzione urbanistica per l’attuazione di una porzione del piano particolareggiato di iniziativa pubblica “zona Marina di sotto – piazza S. Pio X”. Con questo atto, che recepisce un’intesa raggiunta con il privato proprietario, si intende sbloccare la situazione di una delle aree destinate a spazi pubblici e raggiungere così tre obiettivi: rendere disponibili le aree per consentire alla CIIP di realizzare un collettore acque urbane lungo dello Sport, da Via del Vignola sino al torrente Acqua Chiara, già appaltato dalla CIIP Spa per la soluzione degli antichi problemi di allagamento dell’area, dare attuazione in quella zona al Piano Particolareggiato che prevede un parcheggio, mantenere la capacità edificatoria assegnata al privato proprietario; Infine due mozioni a firma multipla: la prima, con primo firmatario Capriotti, per far sì che il  frammento delle prora della nave Genevieve che s’intende recuperare come simbolo dell’epopea della pesca oceanica sia collocato in zona portuale e non, come prevede l’Amministrazione Piunti, al posto del parco bau di via delle Tamerici; la seconda a firma di Morganti e altri, è finalizzata ad impegnare l’Ente ad adottare misure finalizzate al miglioramento del decoro urbano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net