mercoledì, Ottobre 20, 2021
Home > Marche > Raccolta differenziata, San Benedetto e Grottammare sotto il 65%. Male anche Ascoli sotto il 50%

Raccolta differenziata, San Benedetto e Grottammare sotto il 65%. Male anche Ascoli sotto il 50%

< img src="https://www.la-notizia.net/bellante" alt="bellante"

Ascoli Piceno – Nel Piceno la raccolta differenziata si ferma al 60,06% nel 2017. Nella regione invece la raccolta va oltre anche se di poco il 65% la cifra minima per essere considerati virtuosi in questo campo. In regione si è raggiunto infatti il 65,56% con un più 0,14%. Ma tornando alla provincia di Ascoli Piceno sono 16 su 33 i comuni virtuosi. Al primo posto, come già da alcuni anni troviamo Folignano con l’81,76%. Alte le percentuali di Cossignano (79,06%), Colli del Tronto (78,05%) e Monteprandone (73,67%). Ma in questi dati forniti dalla regione Marche, salta subito all’occhio che a differenza del 2016, le percentuali di San Benedetto e Grottammare scendono entrambe sotto il 65%. A San Benedetto la raccolta si ferma al 61,19% per ogni abitante contro il 68,40% dell’anno precedente. A Grottammare dove si rileva il 64,25%, c’è una differenza negativa seppur minima con il 65,21 dell’anno prima. Per quanto riguarda Ascoli la percentuale di differenziata è sempre bassa con il 47,30% in leggero aumento rispetto al 46,65 precedente. I comuni meno ricicloni risultanti dalle tabelle regionali sono Palmiano (10,88%)  Montegallo (19,23) Acquasanta Terme (23,57%) e Arquata del Tronto (34,13%). E’ chiaro che in questi casi, le conseguenze ancora in atto del sisma determinano questi tipi di risultati. Qualche altra curiosità: sulla costa Picena, unico risultato virtuoso quello di Cupra Marittima, con il 66,15% mentre Spinetoli e Monsampolo del Tronto rispettivamente con il 72,77% e 68,97% completano un trend eccellente di tutta la Vallata del Tronto che si interrompe a Castel di Lama dove la raccolta arriva al 48,04%.

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net