sabato, Gennaio 16, 2021
Home > Marche > Si è spento Nicola Bovari, enfant prodige nella ‘rosa’ del mago Herrera

Si è spento Nicola Bovari, enfant prodige nella ‘rosa’ del mago Herrera

< img src="https://www.la-notizia.net/bovari" alt="bovari"

di Maurizio Verdenelli

Si è spento questa mattina in ospedale, a Civitanova Marche, all’età di 73 anni, Nicola Bovari, tra le altre cose ex centrocampista della Sambenedettese. Nato il 25 marzo 1945 a Potenza Picena, giocò anche in serie A con il Bari e con l’Inter. Ha lottato a lungo, tenendo duro fino alla fine, contro una malattia. I funerali verranno officiati domani mattina a Potenza Picena. La sua scomparsa rappresenta un grande dolore per le persone che lo amavano, che lo conoscevano bene, ma anche semplicemente per chi lo ricorderà sempre, oltre che come ex giocatore, soprattutto come una persona perbene.

E’ stato nel decennio tra il 1960 e il ’70 l’ultimo enfant prodige, prodotto dalla provincia marchigiana, in particolare da Porto Potenza Picena (cui trae le  origini familiari l’ex interista Cammoranesi, ora commentatore tv). Un ‘ragazzo’ bravissimo, un ‘self made man’. Dal piccolo centro rivierasco, ero balzato, passando per la squadra ‘De Martino’ (i migliori giovani del vivaio societario) dell’Inter addirittura in prima squadra, giovanissimo, alla corte del mago Helenio Herrera. Centrocampista di grandissime qualità, era il sostituto ideale di un campione come l’indimenticabile Spartaco Landini, che smessa la carriera sportiva, fu procuratore ‘principe’ ella massima serie. “Mi raccomando, salutami con tanto affetto il mio amico Nicola Bovari” mi chiedeva Landini ogni volta che l’incontravo negli stadi italiani ricorda il dottor Roberto Patrassi, dirigente per anni del ‘grande Milan’, già responsabile del settore giovanile, assistente del dg rossonero Ariedo Baida ed in tempi più recenti collaboratore dell’allora presidente della Figc, Carlo Tavecchio.
Conclusa l’esperienza nell’Inter stellare del mago, il giovane Bovari passò al Bari di un altro grande signore del Calcio, Maestrelli, continuando la carriera nella ‘grande’ Maceratese di Tony Giammarinaro (Dugini e Turchetto) che per un punto perse la promozione in B nella corsa epica con il Perugia, allenata dal ‘sor’ Guido Mazzetti, nella stagione 1966/67. Poi Bovari vestì i panni dell’Anconitana (così si chiamava ancora), della Sambenedettese, Rimini, Benevento e Tolentino. Diventando, appiccati gli scarpini al chiodo, un ottimo allenatore ed una guida sicura per i ragazzi, e le ‘giovani promesse’ come lui era stato, realizzando ciò che faceva presagire sin dai primi momenti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *