giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Marche > Ponte Rubbianello, il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno: “Incontrerò i cittadini”

Ponte Rubbianello, il Presidente della Provincia di Ascoli Piceno: “Incontrerò i cittadini”

Riceviamo e pubblichiamo: “Innanzitutto vorrei ribadire la piena vicinanza e solidarietà dell’Amministrazione Provinciale ai cittadini del territorio della Val D’Aso, che attendono da troppo tempo la realizzazione del ponte di Rubbianello, infrastruttura fondamentale per la vita della comunità. La Provincia di Ascoli Piceno si è sempre adoperata con il massimo impegno per risolvere tutti gli ostacoli tecnici, burocratici e giuridici che si sono frapposti alla realizzazione dell’opera. Vorrei ricordare che il contratto per la costruzione del ponte è stato firmato nel giugno 2017 e, in questi mesi, le ditte hanno sollevato in continuazione problemi e osservazioni sul progetto da loro stesse redatto nell’ambito dell’appalto integrato.

Ogni minima problematica è stata attentamente valutata dalla Provincia e dai suoi tecnici e risolta all’interno e nel rispetto della normativa. Risulta dunque incomprensibile non solo che le imprese incaricate Beani e Iacoponi ancora non abbiano realizzato l’infrastruttura a distanza di 16 mesi dalla firma del contratto, ma anche la loro presa di posizione di non riprendere ancora i lavori. Non sussistono infatti più ostacoli alla ripresa dell’attività di cantiere.

Altrettanto singolare appare l’atteggiamento del sindaco di Montefiore dell’Aso che è stato sempre coinvolto ed è a conoscenza di tutte le fasi tecniche ed amministrative dell’iter e dovrebbe quindi andare eventualmente a “protestare” sotto la sede legale delle imprese.

Auspico che dopo l’incontro in Provincia di martedì delle ditte con il Rup ing. Antonino Colapinto, direttore generale dell’Ato e con il direttore dei lavori ing. Gianluigi Capriotti, già da mercoledì le imprese si rimettano a lavoro per la costruzione del ponte per porre finalmente termine ad uno stallo immotivato e, ripeto, incomprensibile.

In ogni caso, il sottoscritto insieme ai funzionari della Provincia ha in animo di incontrare i cittadini per illustrare pubblicamente il complesso percorso di questa infrastruttura”.

Il Presidente della Provincia

Paolo D’Erasmo

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *