venerdì, Aprile 23, 2021
Home > Marche > Videosorveglianza: quali comuni della provincia di Ascoli saranno finanziati dal Ministero

Videosorveglianza: quali comuni della provincia di Ascoli saranno finanziati dal Ministero

San Benedetto del Tronto – Il 13 novembre il ministro dell’Interno Matteo Salvini  ha firmato il decreto che dà il via libera a un finanziamento di 37 milioni di euro per il triennio 2017-2019: serve per realizzare 428 sistemi di videosorveglianza in altrettanti comuni italiani . Il sito del Ministero dell’Interno rimanda a quello della Polizia di Stato dove sono elencati i primi 428 comuni sulle oltre 2.000 richieste arrivate al Ministero nel gennaio 2018. La graduatoria tiene conto dell’indice di criminalità provinciale, comunale, della popolazione e del cofinanziamento. Tra i 428 comuni scelti, 23 sono nelle Marche e 7 nella provincia di Ascoli Piceno. Vediamo quali sono: Arquata del Tronto (20° nella graduatoria) con un importa da finanziare di 71.046 euro su un totale 148.919. La restante parte della somma è cofinanziata. L’indice di criminalità qui risulta “elevato”. Viene poi Offida (94°) con un importo di 13.664 euro su 30.900. Indice criminalità “elevato”. Scorrendo la graduatoria troviamo Monsampolo del Tronto (129°). Euro 24.218 di finanziamento su 48.336. Anche qui l’indice delittuoso è “elevato”.Vengono quasi appaiate San Benedetto del Tronto (182°) e Ascoli Piceno (183°). Per la Riviera il finanziamento è di 412.934 su 943.934 euro. Quindi oltre il 56% del progetto è cofinanziato. Per il capoluogo il finanziamento del Ministero è inferiore: 108.230 su 266.719 euro con 58% della somma cofinanziata. Entrambe le città sono catalogate sotto la voce criminalità “molto elevata”. Altro centro del Piceno, Montalto Marche (214°). Sono 30.000 gli euro finanziati su 50.000 del progetto totale. Incide criminalità anche qui “elevato”.Ultima località della provincia è Ripatransone (262°). I soldi che arriverebbero sono 35.000 su 50.000 necessari. Il livello di delittuosità è “elevato”. Tra le altre città marchigiane finanziate ci sono Pesaro e Fano con rispettivamente 89.000 euro e 59.000 euro. Anche queste due località come San Benedetto e Ascoli risultano a tasso di criminalità “molto elevato”.

 

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Roberto Guidotti
Giornalista pubblicista iscritto all'Albo dei giornalisti delle Marche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *