venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Marche > San Benedetto, parte il progetto di riqualificazione dell’area ex fornace Cerboni

San Benedetto, parte il progetto di riqualificazione dell’area ex fornace Cerboni

gran pavese

Con delibera approvata nella seduta del 13 novembre, l’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto presenterà entro la scadenza stabilita del 31 dicembre una domanda per accedere ai finanziamenti messi a disposizione dalla Regione Marche (Fondi POR 2014/2020) per la realizzazione, nell’area di intervento “Tutela e valorizzazione del patrimonio ambientale ed urbanistico”, del progetto di riqualificazione naturalistica dell’area urbana “ex fornace Cerboni” finalizzato al suo ripristino ambientale e alla realizzazione di un parco urbano, anche attraverso l’utilizzo di materiali costruttivi vivi.

Volontà dell’Amministrazione è infatti quella di restituire alla città la fruizione di uno spazio, non solo sotto l’aspetto ambientale ed ecologico, ma anche sociale e percettivo, promuovendo azioni che riducano il numero dei disoccupati di lunga durata e sostenendo adeguatamente le persone a rischio di disoccupazione di lunga durata, evitando l’obsolescenza delle competenze di lavoratori fuoriusciti dal mercato del lavoro.

Per la realizzazione delle attività previste dal progetto, l’Amministrazione si avvarrà di personale “over 30”, disoccupato e non percettore di ammortizzatori sociali, residente a San Benedetto, in possesso delle seguenti specifiche qualifiche o titoli di studio:

– 1 laureato in architettura (fatte salve le equipollenze ed equiparazioni di Legge);

– 1 tecnico di marketing in possesso di diploma in scienze e tecnologie della comunicazione (fatte salve le equipollenze ed equiparazioni di Legge) per interventi di promozione e valorizzazione delle risorse ambientali anche attraverso la creazione di occasioni/eventi di promozione turistica, di educazione e difesa ambientale, etc…;

– 2 periti agrari

– 2 tecnici meccanici in possesso del diploma di Perito meccanico.

Coloro che saranno inseriti nel progetto avranno diritto ad un’indennità mensile pari ad € 700,00, per una durata temporale massima di 9 mesi, e per un impiego massimo di 25 ore settimanali.

L’Amministrazione Comunale di San Benedetto del Tronto, prima della trasmissione del progetto alla Regione Marche, chiederà al Centro per l’Impiego le unità individuate come “destinatari”, i quali, una volta selezionati, dovranno essere esplicitamente indicati all’interno della richiesta di finanziamento.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *