lunedì, Gennaio 18, 2021
Home > Marche > Il presidente della Regione Marche in visita all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione

Il presidente della Regione Marche in visita all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione

coronavirus

“Non occorrono incertezze, ma conferme. Impossibile poter ricominciare da capo in quanto l’esperienza fatta in questi due anni con il personale impiegato nelle procedure del sisma ci indica un rafforzamento stesso della struttura dell’Ufficio Speciale per la Ricostruzione, consapevole degli obiettivi che l’Ufficio vuole raggiungere. Occorre mantenere tutte le risorse umane che ci lavorano per la rinascita dei territori della nostra comunità. Noi chiederemo al Governo nazionale non solo di confermare il personale impiegato, ma anche rafforzare gli organici al fine di effettuare la ricostruzione nei tempi compatibili richiesti dai marchigiani”. Così il presidente della Regione Marche, Luca Ceriscioli in visita ieri a Caccamo di Serrapetrona all’Ufficio Speciale per la Ricostruzione accolto dal direttore dell’Ufficio, Cesare Spuri, che ha fornito i numeri del lavoro svolto ad oggi. La struttura è operativa dall’inizio del 2018 ed è il centro nevralgico per l’esame dei progetti della costruzione e ristrutturazione degli edifici danneggiati dal sisma. Dispone di un’autentica task force formata da circa 90 unità tra ingegneri, architetti, tecnici e amministrativi. A tutt’oggi in tutte le Marche sono stati realizzati quasi 76mila sopralluoghi con schede Fast e più di 30mila sopralluoghi con schede Aedes. In sintesi un quadro riepilogativo per la ricostruzione nelle Marche: Piani scuole oltre 292 mln di euro, opere pubbliche 706 mln, edilizia residenziale quasi 83 mln, chiese e beni culturali oltre 255 mln. Il numero di pratiche presentate riguardanti le ordinanze 4-8-13-19 sono 4022.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *