domenica, Gennaio 24, 2021
Home > Abruzzo > Colledara, anziano precipita in un dirupo: salvato dai Vigili del fuoco

Colledara, anziano precipita in un dirupo: salvato dai Vigili del fuoco

< img src="https://www.la-notizia.net/colledara" alt="colledara"

Ieri sera, intorno alle 19:40, una squadra dei vigili del fuoco di Teramo, con due automezzi operativi, di cui uno dotato di attrezzature SAF (Speleo Alpino Fluviale), è intervenuta a Colledara, in località Bascanella, per effettuare il soccorso ad una persona precipitata in un dirupo. Si tratta di un uomo del posto di 71 anni, impegnato a tagliare del legname in un terreno di proprietà, che, dopo aver perso l’equilibrio, è precipitato sul fondo di un dirupo, rotolando per circa 200 metri. I familiari, non vedendolo rientrare a casa, lo hanno cercato nel fondo di sua proprietà, provando a chiamarlo sul telefonino. Nel frattempo hanno anche chiamato il 115 per richiedere l’intervento dei vigili del fuoco. Dopo circa tre ore e numerosi tentativi, il fratello più giovane è riuscito a contattare il malcapitato e a raggiungerlo sul fondo del dirupo, non senza difficoltà. Per calarsi lungo la ripida scarpata ha utilizzato una lunga corda ancorata ad un albero. Poco dopo i vigili del fuoco sono giunti sul posto e si sono calati a loro volta per raggiungere i due. I vigili del fuoco hanno subito somministrato al malcapitato dello zucchero, come raccomandato dai familiari, perché, trattandosi di un diabetico, poteva andare incontro ad una crisi ipogligemica e doveva urgentemente assumere una sostanza zuccherina. Per risalire l’uomo sulla sommità del dirupo, i vigili del fuoco hanno dovuto predisporre un paranco ed utilizzare una barella toboga. Appena raggiunto un punto sicuro ed accessibile a piedi dal personale del 118, il ferito ha potuto ricevere le prime cure. Successivamente è stato trasportato con una barella per circa 300 metri, fino a raggiungere il cortile di una vicina abitazione, dov’era in attesa un’autoambulanza medicalizzata. A causa delle ferite e i traumi che l’anziano ha riportato durante la caduta, è stato  subito trasportato in Ospedale, per essere sottoposto alle necessarie cure sanitarie. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Tossicia per gli adempimenti di competenza.

Si è trattato di un intervento lungo e complesso. Inoltre l’uomo precipitato nel dirupo è apparso duramente provato dalla lunga attesa al buio e dallle basse temperature, al punto che durante le operazioni di recupero ha anche perso i sensi.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *