domenica, Ottobre 25, 2020
Home > Abruzzo > Teramo, Fratelli d’Italia attacca la ASL: “Si mira al ridimensionamento dell’ospedale di Giulianova”

Teramo, Fratelli d’Italia attacca la ASL: “Si mira al ridimensionamento dell’ospedale di Giulianova”

fratelli

TERAMO – Riceviamo da Marilena Rossi, presidente provinciale di Fratelli D’Italia e pubblichiamo: “Ancora una volta la Direzione Generale della ASL di Teramo, celebra ed esalta nuove assunzioni senza che si abbia la percezione che esse siano fatte in nome di una programmazione dettata dalle reali esigenze del territorio. Ci viene presentata una realtà virtuale dal sapore pre-elettorale nel tentativo di nascondere una deriva sanitaria che si traduce, per mancanza di personale medico nell’Ospedale di Giulianova, in una riduzione delle sale operatorie e in una palese difficoltà organizzativa della Cardiologia, dello stesso nosocomio, tale da mettere in dubbio i livelli minimi di assistenza.

L’UOC di Cardiologia-UTIC di Giulianova è una delle due, insieme a quella di Teramo, dotata di Terapia intensiva e di attività di elettrostimolazione. Ha inoltre sempre avuto attivo un ambulatorio per esterni con elevato numero di prestazioni. Deve per questi motivi garantire la presenza di un Medico h24. Ma i vertici della ASL e il Direttore del Dipartimento Cardiovascolare fanno finta di non sapere che la sola guardia attiva in reparto h24 comporta un organico di almeno sei medici, ai quali vanno aggiunti almeno altri due unità più il primario per poter garantire l’attività degli ambulatori e della elettrostimolazione. Da gennaio 2017 ad oggi l’organico pieno, che era infatti non a caso di 9 medici compreso il Direttore , si è ridotto a 4 al 16 Novembre 2018. Situazione che impone ai Medici “superstiti” turni massacranti, fino a 60 ore settimanali, con elevati rischi per operatori ed utenti. Tutto ciò viene avallato ed imposto nel più evidente disprezzo della legalità. Quest’ultima calpestata nonostante ci risultino presentati, dopo numerose segnalazioni agli stessi vertici ASL, anche esposti alla Magistratura sempre attenta alle sorti della sanità locale. Ciò ha necessariamente comportato una drastica riduzione dell’attività ambulatoriale, quasi azzerata, e nell’imminente futuro, porterà a sicure riduzioni di altre attività.

Dal 1 dicembre, inoltre, ha preso servizio nello stesso Reparto un nuovo Direttore, dichiarato vincitore di concorso , assunto e messo in ruolo nonostante il precedente Direttore f.f., addirittura escluso dalla terna, avesse presentato ricorso al giudice del lavoro immediatamente dopo l’esito del concorso. Ricorso che verrà discusso il prossimo 7 febbraio.

Ci domandiamo: e se il ricorso dovesse avere esito positivo? Cosa succederebbe? L’attuale Direttore dovrebbe tornare nella ASL di origine? E chi pagherebbe i danni e le spese di una simile scelta?

D’altra parte su undici concorsi banditi ne sono stati espletati solo 6, e in ben tre di questi (Chirurgia Generale Teramo, Chirurgia Vascolare Teramo e Cardiologia Giulianova) vi sono state contestazioni formali che sembrano anche ben fondate.

E’ questa la ASL che vogliamo? E’ questa la Sanità del nostro territorio? E’ di tutta evidenza che il progressivo depotenziamento dell’ospedale di Giulianova miri al ridimensionamento, se non alla chiusura dello stesso con il tacito consenso del centrosinistra teramano”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *