mercoledì, Dicembre 2, 2020
Home > Marche > Ascoli, denunciati truffatori seriali esperti nel vendere auto on line

Ascoli, denunciati truffatori seriali esperti nel vendere auto on line

< img src="https://www.la-notizia.net/ascoli" alt="ascoli"

ASCOLI PIENO – Nell’ambito delle attività investigative avviate in seguito ad una denuncia relativa ad una truffa realizzata mediante inserzione internet, la “Sezione reati contro il patrimonio e la pubblica amministrazione” di questa Squadra Mobile ha denunciato a piede libero due soggetti pluripregiudicati residenti in Lombardia.

In tal caso la vittima, attratta da un’inserzione relativa alla vendita di un’autovettura presente su di un noto portale di annunci, contattava l’inserzionista, prendendo accordi via mail e per telefono. A fronte della richiesta di una caparra a titolo di impegno, la vittima, in tutta buona fede, corrispondeva una somma di denaro di svariate centinaia di euro sul conto dei malfattori.

Prendendo tempo ed accampando scuse, i truffatori riuscivano ad ottenere ulteriori somme di denaro, facendo credere alla vittima di essere in procinto di formalizzare il passaggio di proprietà, raggirando altresì un’addetta di una agenzia di pratiche automobilistiche milanese.

Le indagini degli Agenti della Polizia di Stato consentivano di risalire ad una coppia residente in Lombardia, che si è avvalsa, al fine di sviare le indagini, anche di intestazioni fittizie di utenze telefoniche utilizzate per comunicare con la vittima.

Nell’ambito delle attività investigative inerenti simili tipologie di reato, nei giorni scorsi sono state denunciate altri persone resesi responsabili di truffe realizzate mediante inserzioni su portali di annunci, reclamizzanti appartamenti in locazione in zone universitarie e turistiche, riuscendo a conseguire illeciti profitti derivanti da corresponsioni, sempre a titolo di caparra, da ignare vittime, che si accorgevano della truffa soltanto una volta raggiunta la destinazione.

Quindi quale migliore occasione per fornire consigli utili ed evitare che lo shopping compulsivo finalizzato all’acquisto di doni per Natale per le persone a noi care, ci faccia incorrere in potenziali truffe. La Polizia di Stato mette a disposizione sul suo sito istituzionale una serie di informazioni per garantire la sicurezza in rete. Si invita pertanto di avere un uso appropriato della Rete e dei pagamenti online al fine di contrastare le truffe messe in atto su Internet”. Sul sito della Polizia di Stato è disponibile visionare il vademecum, che offre alcuni utili consigli e pratici e suggerimenti per muoversi tra i negozi online. E’ utile ricordare di utilizzare software e browser completi ed aggiornati, dare la preferenza a siti certificati o ufficiali, accertarsi che dietro ad un indirizzo di un sito ci sia un vero negozio, verificare sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti, su smartphone o tablet utilizzare le App ufficiali dei negozi online, utilizzare soprattutto carte di credito ricaricabili ed infine assicurare gli acquisti. Per i truffatori che agiscono di persona soprattutto nei confronti di persone deboli:


Si invitano gli anziani a non aprire la porta di casa a sconosciuti anche se vestono un’uniforme o dichiarano di essere dipendenti di aziende di pubblica utilità.
Verificate sempre con una telefonata da quale servizio sono stati mandati gli operai che bussano alla vostra porta e per quali motivi.  Quando fate operazioni di prelievo o versamento in banca o in un ufficio postale, possibilmente fatevi accompagnare, soprattutto nei giorni in cui vengono pagate le pensioni o in quelli di scadenze generalizzate. Durante il tragitto di andata e ritorno dalla banca o dall’ufficio postale, con i soldi in tasca, non fermatevi con sconosciuti e non fatevi distrarre. Quando utilizzate il bancomat usate prudenza: evitate di operare se vi sentite osservati.Segnalate al 113 ogni circostanza anomala o sospetta la Polizia di Stato è da sempre vicina alla gente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *