giovedì, Dicembre 2, 2021
Home > Abruzzo > Chieti, interessante mostra collettiva dal titolo “Arte a Palazzo”

Chieti, interessante mostra collettiva dal titolo “Arte a Palazzo”

< img src="https://www.la-notizia.net/chieti" alt="chieti"
Chieti – Una interessante mostra collettiva dal titolo “Arte a Palazzo”, dedicata all’arte visiva contemporanea del nostro territorio, organizzata dall’Associazione Culturale Teatis Artibvs per mettere in mostra le opere dei propri soci é tuttora in corso all’interno dei locali al piano terra di Palazzo Lepri a Chieti. L’esposizione di quadri e sculture resterà aperta a ingresso gratuito fino al 27 Dicembre con orari dalle ore 17.00 alle 20.00.

La cerimonia di apertura 77 mostra si é tenuta il 13 dicembre con la presenza di alcune  personalità illustri e rappresentative del mondo dell’arte e del movimento artistico abruzzese come Raffaele Giannantonio, presidente del Premio Sulmona, Roberto Di Giampaolo presidente dell’associazione degli artisti Lejo, la  presidente Silvia Albanese e la vice presidente Antonella di Cristofaro della Associazione Teatis Artibvs.
In occasione del vernissage è stato nominato socio onorario di Teatis Artibvs il Maestro Giuseppe Liberati per il contributo dato, prima in veste di presidente dell’associazione, ora per il suo supporto nelle attività ed eventi a sostegno degli artisti abruzzesi.

Durante la presentazione, tutti i presidenti delle varie associazioni artistiche abruzzesi, hanno annunciato il comune intento di unire le forze, un progetto che mira ad inglobare in un unico polo le varie associazioni di artisti, una fusione che darà lustro e valore aggiunto a tutto il movimento.
I vertici delle singole associazioni perseguono il fine dell’unità credendo fermamente che insieme si possa crescere e rafforzarsi, ognuno con le proprie qualità professionali e caratteristiche tipiche, con forza, determinazione e passione.
“Lo scopo delle associazioni riunite – ha commentato la presidente dell’Associazione Teatis Artibvs  Silvia Albanese – è anche quello di risvegliare le coscienze di tutti quelli che, distratti dal mondo caotico di oggi, hanno perso la capacità di emozionarsi di fronte alle tante espressioni dell’anima che l’arte propone, anche promuovendo il  meraviglioso territorio abruzzese con lo spirito di guardare oltre.  Un Abruzzo – ha concluso Silvia Albanese – che ha bisogno di riscoprirsi; a tal fine “ognuno di noi, nel suo piccolo, é un traino socioeconomico importante, dall’ artigianato, all’architettura, all’enogastronomia, alla musica, alla poesia generando sinergie e facendo rete, ognuno con la propria personalità ed individualità nella consapevolezza che insieme si possono perseguire più facilmente gli obbiettivi personali e comuni”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net