venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Sport in Pillole > Sitting volley: la nazionale ungherese a Fermo per il torneo internazionale

Sitting volley: la nazionale ungherese a Fermo per il torneo internazionale

FERMO – In occasione del torneo internazionale di sitting volley di oggi e domani a Porto San Giorgio, Monte Urano e Fermo, la Nazionale dell’Ungheria che vi prende parte è stata ricevuta questa mattina al Palazzo Comunale dal Sindaco Paolo Calcinaro e dall’assessore allo sport Alberto Scarfini (foto), che nel ringraziare la delegazione per la partecipazione all’evento sportivo hanno espresso parole di apprezzamento per una disciplina che si sta diffondendo sempre di più e che ha in sé i valori propri dello sport.
Gli atleti ungheresi, per la prima volta a Fermo, hanno avuto poi occasione di ammirare la bellezza del Teatro dell’Aquila e della Piazza. Città di Fermo che ospiterà le semifinali e le finali di domenica 30 dicembre alla Palestra Coni di Piazzale Tupini (e che ad inizio dicembre è stata teatro del Regional day di sitting).
Il torneo, la cui organizzazione è curata dalla Scuola di Pallavolo Fermana, Volley Angels Project e Monte Urano Volley, è diviso in due gironi di qualificazione che vedono nel girone A (alla Palestra Nardi di Porto San Giorgio) Nazionale Ungherese, Rappresentativa Toscana (Pallavolo PONTE buggianese, ASD Pallavolo Bacci, Dream Volley Group e TDS-Toscana Disabili Sport Onlus) e Scuola di Pallavolo Fermana; nel girone B (al Palasport Comunale di Monte Urano) APD FONTE ROMA EUR, Polisportiva Campeginese, ASD Volley Academy Teodoro Cicatelli.
Il Sitting Volley, disciplina paraolimpica ideata per permettere di far giocare insieme a pallavolo atleti con disabilità fisica e normodotati stando seduti per terra, è arrivata da tre stagioni anche a Fermo con un centro ad hoc grazie all’impegno in prima linea della Scuola di Pallavolo Fermana, società nata nel 2013 e presieduta da Remo Giacobbi, che rivolge tutta la sua attività alla crescita ludico motoria dei giovani, prima società ad intraprendere e promuovere l’attività di sitting volley nelle Marche.
Nato in Olanda nel 1956 e introdotto nel programma delle Paralimpiadi nel 1980, il Sitting Volley è stato regolamentato dall’Organizzazione mondiale della pallavolo per disabili (WOVD) soltanto nel 2008. Le Paralimpiadi di Londra 2012 gli hanno restituito la giusta visibilità a livello mondiale e dall’ottobre 2013 anche la Federazione Italiana Pallavolo ha creato un apposito settore all’interno della sua attività per regolamentare e gestire questa disciplina.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *