mercoledì, Gennaio 27, 2021
Home > Marche > Fermo, sbloccati i fondi per la riqualificazione di Lido Tre Archi

Fermo, sbloccati i fondi per la riqualificazione di Lido Tre Archi

< img src="https://www.la-notizia.net/crimi" alt="crimi"
E’ con l’entrata in vigore della Finanziaria che effettivamente i fondi per la riqualificazione di Lido Tre Archi, e per taluni aspetti estendibile anche a Casabianca e Lido, sono stati sbloccati. Si procederà, intanto, con l’installazione delle telecamere del sistema di videosorveglianza e con alcune progettualità strutturali e di decoro. Grazie al lavoro fatto in questi mesi lo stato della progettualità di Fermo, rispetto a tante altre città e Province italiane, è talmente avanzato ed è ad un tale livello che bisogna andare solo a gara. Anche l’azione dell’Anci con il Governo è stata di successo. Questo sblocco arriva in un momento in cui privati, cittadini e investitori hanno cominciato a scommettere su Lido Tre Archi, come testimoniato dalle aperture di nuove attività commerciali nelle ultime settimane”.
E’ quanto dichiarato dal Sindaco Paolo Calcinaro, facendo seguito a quanto già annunciato nella conferenza stampa di fine anno sul bando periferie, i cui fondi sono stati sbloccati.
E’ la Finanziaria ad intervenire proprio sulle risorse destinate al programma straordinario per le periferie urbane, prevedendo che le convenzioni in essere con gli Enti beneficiari producano effetti proprio dal 2019.
Come si ricorderà il decreto Milleproroghe aveva previsto il congelamento delle risorse, ma la legge di Bilancio 2019 ha messo in salvo i fondi del “bando periferie”.
Una norma che dà seguito all’accordo raggiunto in Conferenza Unificata lo scorso 18 ottobre tra il Governo e i rappresentanti delle autonomie territoriali.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *