domenica, marzo 24, 2019
Home > Italia > Secondo intervento per l’italiana ferita nell’esplosione di Parigi: medici ottimisti

Secondo intervento per l’italiana ferita nell’esplosione di Parigi: medici ottimisti

Ha subito un secondo intervento alla gamba Angela Grignano, la 24enne di Trapani rimasta gravemente ferita nell’esplosione a Parigi. Sembra che l’operazione sia andata bene. “I medici ci hanno rassicurato che l’operazione è andata più che bene, sono molto contenti e ottimisti”, dice il fratello di Angela.

La giovane è stata tenuta in coma farmacologico, ma prima del secondo intervento, quando i medici hanno diminuito i farmaci per vedere la reazione della paziente, la ragazza ha aperto gli occhi, incrociando lo sguardo della nonna che in quel momento era al suo capezzale. Un segnale raccolto con fiducia dai parenti, che rimangono in trepidazione.

Dopo aver concluso gli studi universitari alla Sapienza di Roma dove ha vissuto per circa tre anni, Angela un mese e mezzo fa si era trasferita a Parigi per cercare spazi nel mondo dell’arte e dello spettacolo; aveva trovato lavoro nell’hotel Ibis, che si torva proprio accanto al luogo dove è avvenuta l’esplosione. Per dieci anni, Angela aveva frequentato a Xitta, la frazione di Trapani dove viveva con il padre elettricista e la madre casalinga, una scuola di danza, la “Crisalide”.


Intanto il cadavere di una quarta vittima, una donna, è stato ritrovato sotto alle macerie dell’edificio. Il bilancio dei morti sale a 4, due pompieri e due donne, una turista spagnola e la vittima ritrovata oggi. I feriti sono una cinquantina, fra i quali 10 in gravi condizioni.

LA VICENDA

A Parigi una fortissima esplosione, provocata da una fuga di gas avvenuta in una boulangerie, ha scosso l’intero quartiere dell’Opera, provocando un incendio in un intero palazzo. I morti sono due pompieri, una donna spagnola e un’altra donna trovata successivamente senza vita. Una cinquantina i feriti, tra i quali Angela.

Ci sono poi tre inviati italiani coinvolti: un operatore di Cartabianca, il videomaker Valerio Orsolini, il quale ha riportato una ferita sopra un occhio: è stato giù medicato e le sue condizioni non sono gravi. L’operatore era a Parigi per seguire le manifestazioni dei gilet gialli con il giornalista Claudio Pappaianni, che è rimasto illeso. Anche un inviato di Agorà, Matteo Barzini, è rimasto ferito a seguito dell’esplosione. Angela Grignano è in sala operatoria. ‘I medici dicono che sta meglio’ precisa il padre della giovane Vincenzo Grignano. La ragazza è in Francia da circa un mese e mezzo.

I pompieri erano intervenuti alle 8.30 del mattino, nella rue de Trevise per un forte odore di gas. Mentre l’intervento era in corso si è verificata l’esplosione.

Gli inviati di Cartabianca rimasti coinvolti “sono molto spaventati, ma per fortuna non hanno subito gravi conseguenze”, riferisce all’ANSA la giornalista conduttrice della trasmissione Bianca Berlinguer. L’operatore Valerio Orsolini si trovava nella stanza dell’albergo nel quale alloggiava quando è stato investito dall’esplosione avvenuta nel panificio che si trova di fronte all’hotel. Una scheggia lo ha colpito sopra un occhio.

“E’ stato medicato in albergo, dove è rimasto bloccato per un po’ di tempo perché non facevamo uscire nessuno – riferisce Berlinguer -. Ora è riuscito a raggiungere il pronto soccorso per i necessari controlli. E’ stato bravo perché nonostante sia stato colpito ha continuato a girare”.

L’inviato di Agorà “è stato colpito ad una gamba per fortuna in maniera non grave – riferisce la conduttrice del programma, Serena Bortone – E’ stato portato in ospedale dove gli sono stati applicati alcuni punti di sutura. Ha dimostrato grande professionalità, perché, appena successo il fatto, ha subito preso in mano la telecamera ed ha iniziato a girare le riprese nonostante la ferita”. (fonte ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: