lunedì, Ottobre 26, 2020
Home > Abruzzo > Teramo, convegno sul rapporto 2018 relativo al sistema agroalimentare in Abruzzo

Teramo, convegno sul rapporto 2018 relativo al sistema agroalimentare in Abruzzo

< img src="https://www.la-notizia.net/convegno" alt="convegno"

Teramo – Organizzato dall’Università di Teramo e dal Polo di Innovazione Agroalimentare Agire martedì 5 febbraio, alle ore 9.30, nella Sala delle lauree della Facoltà di Giurisprudenza si terrà un convegno dal titolo Il sistema agro-alimentare in Abruzzo: una lettura attraverso il Rapporto 2018, rapporto coordinato e pubblicato dal Polo Agire, edito dalla Franco Angeli. Il volume contiene un’analisi dei diversi comparti del complesso sistema agroalimentare regionale e «rappresenta un’utile base conoscitiva per adottare le necessarie misure per favorirne lo sviluppo e la crescita nei prossimi anni».

Il Rapporto sul sistema agro-alimentare in Abruzzo ha coinvolto numerosi ricercatori, studiosi, istituzioni scientifiche e universitarie della regione. I contributi di analisi sono di Emilio Chiodo, Maria Angela Perito e Andrea Fantini, della Facoltà di Bioscienze dell’Università di Teramo; Nicola Casolani, Cristina Salvioni e Lolita Liberatore, del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi di Chieti-Pescara; Marco Gaito, Matteo Martino, Stefano Palumbo, Andrea Povellato, Beatrice Camaioni, Francesco Vanni e Carla Basti, del Centro di Politiche e Bioeconomia del Crea; Daniela D’Angelantonio, Francesco Pomilio e Giacomo Migliorati, dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise; Matilde Fiocco e Concettina Pascetta, del Centro regionale di studi e ricerche economico sociali (Cresa); Nicola Simone, Martina Bacceli e Barbara Lanza, del Centro di ricerca di ingegneria e trasformazioni agroalimentari del Crea; Alessandra Tavoni, dello Studio Rozzi & Consulmarchi.

Il convegno, con la partecipazione di numerosi autori, sarà aperto dal rettore dell’Università di Teramo Dino Mastrocola, dal presidente del Polo Agire William Di Carlo e dal presidente dell’Istituto Tecnico Superiore per il Sistema Agro-alimentare di Teramo Giovanni Di Giosia.

«Il Rapporto ha commentato William Di Carlo ‒ ha la finalità di fornire una chiave di lettura dello sviluppo regionale del comparto agroalimentare e si pone pertanto come strumento di analisi e riflessione a disposizione delle imprese, delle istituzioni e dei cittadini. Ne esce un quadro complessivo di notevole interesse per il peso significativo del comparto in termini di valore, di occupati e di ricchezza prodotta, così come è rilevante il peso della componente di esportazione e la penetrazione sul mercato globale di alcune produzioni tipiche regionali».

«Ricerca e formazione ha spiegato Emilio Chiodo ‒ rappresentano un binomio fondamentale per la crescita competitiva delle imprese e per creare un’occupazione che sia a sua volta competente e in grado di generare innovazione. Il Rapporto può quindi fornire un duplice contributo allo sviluppo regionale: da un lato strumento di analisi a disposizione delle imprese e delle istituzioni, dall’altro elemento a supporto alla creazione di un sistema regionale della conoscenza e dell’innovazione».

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *