sabato, Ottobre 23, 2021
Home > Marche > Sussurri & Grida di Maurizio Verdenelli – 8 Marzo: Pamela e le altre

Sussurri & Grida di Maurizio Verdenelli – 8 Marzo: Pamela e le altre

sussurri
di Maurizio Verdenelli
Sussurri & Grida di Maurizio Verdenelli – 8 Marzo: Pamela e le altre. Barbara D’Urso, non senza fondamento, ha ribattezzato l’8 Marzo, ‘Il Giorno della Donna’ …non ‘La Festa della Donna’ ponendo una demarcazione tra la vuota celebrazione _non a caso qualche anno fa si voleva cassare l’8 Marzo e il suo codazzo di mimose_ e la riflessione sulla situazione e sopratutto sul destino del Pianeta Donna. Non quota protetta, riserva indiana di genere, terreno di caccia per ogni tipo di strumentalizzazione.
Un caso esemplare? Pamela Mastropietro la cui vicenda provoca brividi in fondo alla schiena di ogni benpensante di qualsiasi latitudine e grado. Gia’ Pamela, la cui tristissima, di piu’ ancora, terribile sorte viene in questi giorni rievocata nel Palazzo di Giustizia maceratese. Nei giorni scorsi l’ex premier Matteo Renzi, intervistato da Bruno Vespa (“a Porta a Porta”) ha dichiarato che si e’ fatta strumentale differenza tra due casi uguali: Pamela a Macerata, Jessica a Milano. Entrambe vittime della stessa violenza che ha stroncato la vita di due giovani indifese. Ma la politica avrebbe fatto differenza. In effetti qualche tempo addietro qualche altro politico (una donna) aveva eccepito sul neologismo ‘femminicidio’ applicato al delitto Mastropietro. Ci fu poi in merito un dietro front terminologico: anche l’orribile ‘fattaccio’ sotto il cielo delle Marche, terra civilissima, poteva essere iscritto come ‘femminicidio’.
Grazie. Eppure, ora lo sappiamo e ce lo dice la Giornata di oggi, e’ gia’ tempo di mettere in cantina o, meglio, al rogo quell’infelice neologismo: femminicidio. Uccidere una donna e’ omicidio, senza differenze semantiche che aprono volendo o no, ulteriori scenari di segregazione. Cominciano dalle parole punendo, certo ancora piu’ severamente, chi opprime – dallo stalking, allo sfruttamento della prostituzione fino all’uccisione- quella splendida persona che si chiama donna, cui il genere umano deve la sopravvivenza sul Pianeta Terra. Lo indico’ don Lisander (Manzoni): molto piu’ facile porsi al di sotto che al pari degli umili.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net