martedì, Novembre 24, 2020
Home > Abruzzo > Gabriele Astolfi rassegna le sue dimissioni da Assessore del Comune di Atri  

Gabriele Astolfi rassegna le sue dimissioni da Assessore del Comune di Atri  

< img src="https://www.la-notizia.net/gabriele" alt="gabriele"

ATRI – Nel corso dell’ultimo consiglio comunale di Atri, che si è svolto il 28 marzo 2019, Gabriele Astolfi ha rassegnato le sue dimissioni da assessore comunale. L’ex sindaco ha rimesso le sue deleghe all’attuale primo cittadino, Piergiorgio Ferretti, (ovvero quelle ai lavori pubblici, alla viabilità, all’espropriazione, all’autoparco, alla manutenzione immobili e impianti, alla sicurezza sul lavoro, all’edilizia scolastica e all’edilizia residenziale pubblica). Una decisione maturata dopo una attenta riflessione e motivata da ragioni personali e anche politiche. Astolfi, che comunque resterà consigliere, essendo stato il primo dei non eletti nelle liste teramane di Forza Italia nel corso delle ultime elezioni regionali potrebbe entrare in Consiglio Regionale. Il sindaco Ferretti, ha reso noto che entro una settimana provvederà a un rimpasto nella giunta per l’assegnazione delle deleghe e per l’ingresso del nuovo assessore.

Gabriele Astolfi – commenta il Sindaco Ferretti – per due mandati è stato primo cittadino della città ducale, anni nei quali, oltre all’ordinaria amministrazione, è stato necessario gestire calamità naturali di portata straordinaria come il terremoto del 2009, le forti nevicate del 2017 che hanno messo in serio pericolo la città di Atri e per ultimo il grave dissesto idrogeologico che ha costretto molti cittadini, in particolare della frazione di Casoli, a lasciare le proprie abitazioni. Una figura sempre presente e attenta ai problemi del territorio atriano e del suo comprensorio, stimata e apprezzata ovunque. A dimostrazione di questo i voti ottenuti nelle elezioni regionali. Auspichiamo davvero possa esserci la possibilità per lui di entrare nel consiglio regionale. Atri e le località limitrofe hanno fortemente bisogno di un rappresentante. Comprendiamo in ogni caso la sua decisione sapendo che io e la nostra amministrazione potremmo sempre contare sulla sua competenza e sulla sua vicinanza cosa che mi rassicura e per questo a nome di tutta l’amministrazione comunale di Atri lo ringrazio”. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *