giovedì, Gennaio 28, 2021
Home > Marche > UniMC, finanziamento milionario per nuove residenze

UniMC, finanziamento milionario per nuove residenze

L’UniMC ha ottenuto dal Miur quasi cinque milioni per 65 nuovi posti alloggio nei padiglioni di Villa Lauri e dell’Ex Cras.

Con 52,19 punti, l’Università di Macerata si è classificata diciottesima su ottanta richiedenti nella graduatoria degli interventi ammessi al cofinanziamento nell’ambito della Legge 338/2000 sugli alloggi e le residenze per studenti universitari. È quanto risulta dal Decreto del Ministro n. 853 del 2018 pubblicato nei giorni scorsi nella Gazzetta Ufficiale. Questo vuol dire che l’Ateneo riceverà dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca 4 milioni e 814 mila euro da investire, in aggiunta alle proprie risorse, in ulteriori interventi edilizi. “È un risultato importante – spiega il rettore Francesco Adornato – che premia l’impegno dell’Ateneo ad ampliare e consolidare le residenze destinate agli studenti e a completare la prestigiosa sede di Villa Lauri”. I progetti riguardano, infatti, il recupero dei padiglioni presenti all’interno del parco dello storico complesso edilizio e del Padiglione Chiarugi nell’area dell’ex Cras per un totale di 65 posti alloggio. Oltre mezzo milione di euro è stato concesso, inoltre, alla sezione maceratese dell’Ente regionale per il diritto allo studio sempre come cofinanziamento.

“L’Ateneo – prosegue il rettore – non si è arreso a tutte le particolari vicende che hanno interessato il territorio in questi ultimi anni, ma si mostra, ancora una volta, come una forza tranquilla a servizio della comunità studentesca, cittadina e territoriale”.

“Dopo l’apertura della rinnovata biblioteca giuridica – aggiunge il direttore generale Mauro Giustozzi -, i lavori avviati da mesi a Villa Lauri, lo studio di nuovi progetti di ampliamento per la sede di Vallebona, Unimc mostra grande determinazione nel proseguire le opere di rinnovamento e miglioramento nel settore delle infrastrutture per la didattica e le biblioteche, l’impiantisca sportiva e gli alloggi per universitari. Questo è quanto possiamo e dobbiamo fare: perseverare, continuando ad assicurare, tutti i giorni dell’anno, un impegno costante ed appassionato, con la consapevolezza che solo in questo modo arriveranno i risultati”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *