giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Abruzzo > Lettera aperta di Alessio Feniello a Fratelli d’Italia

Lettera aperta di Alessio Feniello a Fratelli d’Italia

< img src="https://www.la-notizia.net/alessio-feniello" alt="alessio feniello"
Riceviamo da Alessio Feniello e pubblichiamo: “Sono rimasto stupito dalla lettera che mi è stata recapitata, una raccomandata con la quale mi si informa che presso il notaio D’Ambrosio di Pescara è depositato l’assegno con la somma raccolta durante la campagna elettorale per la multa di 4550 euro. Stupito perché mi aspettavo una consegna, così come era stato per la raccolta, pubblica, con un incontro personale. Ho avuto la sensazione che il gesto di depositare l’assegno da un notaio nascondesse la volontà proprio di evitarmi, quasi avessi la peste.
Eppure furono loro a cercarmi, non io. Sembra quasi che mi stiano facendo un favore, quasi una elemosina, come a dire: quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto, ora vatti a prendere i soldi che abbiamo raccolto per te. Credo che stando così le cose, quei soldi che io mai ho chiesto, rimarranno dal notaio, finché qualcuno non avrà il buon senso di incontrarmi e consegnarli personalmente. E questo anche per rispetto, non tanto per me, quanto per tutti quei cittadini che hanno avuto il pensiero di versare anche solo 1 euro per Alessio Feniello. Penso che loro meritino di sapere che il loro gesto ha avuto un giusto epilogo. Avete pubblicizzato tanto l’iniziativa, adesso fate tutto in silenzio. Perché, mi chiedo.
Forse perché ho trovato persone serie e vere che senza secondi fini mi hanno dato il loro sostegno?
Forse perché sono i soli che hanno conservato un puro ideale politico?
Dopo averli conosciuti da vicino posso dire che gli uomini e le donne di Forza Nuova sono il meglio che la politica italiana può offrire”.
Alessio Feniello
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *