lunedì, Ottobre 26, 2020
Home > Abruzzo > Il Primo maggio del Popolo della Famiglia Abruzzo: “Maternita’, il lavoro piu’ prezioso”

Il Primo maggio del Popolo della Famiglia Abruzzo: “Maternita’, il lavoro piu’ prezioso”

< img src="https://www.la-notizia.net/utero" alt="utero"

Il Popolo della Famiglia Abruzzo celebra la Festa del Lavoro con una settimana di mobilitazione che e’ partita proprio oggi per completare la raccolta firme sulla proposta di legge di iniziativa popolare
sul reddito di maternità. Spiega il presidente nazionale del PdF, Mario Adinolfi: “Davanti alla tragedia della denatalità, il 1 maggio è per noi la grande occasione per ricordare che il lavoro più necessario e prezioso oggi nella nostra società desertificata dalla cultura della morte, dell’aborto e dell’eutanasia, è il lavoro di una madre che cresce un bimbo. Noi saremo nelle strade proprio da oggi fino a giovedì 8 maggio per completare la raccolta firme sul reddito di maternità e rispondere così alla peste bianca europea, che ci vede diventare un paese e un continente di vecchi.”

“Mille euro al mese per i primi otto anni di vita del figlio alle donne che si dedicheranno in via esclusiva alla famiglia, sono la proposta concreta in Italia e in Europa della lista Popolo della Famiglia-Alternativa Popolare per la quale chiediamo il voto il prossimo 26 maggio. Davanti a partiti che propongono alle donne la via della prostituzione legalizzata a partita Iva, noi rispondiamo con una massiccia campagna di uscita delle donne dalla disoccupazione, riconoscendo la maternità come lavoro effettivo da retribuire. Gli elettori scelgano tra questi differenti modelli”.

Una delegazione del Popolo della Famiglia Abruzzo parteciperà a Roma all’assemblea nazionale del PdF che si terrà l’11 maggio come evento conclusivo della raccolta firme sul reddito di maternità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *