martedì, Novembre 30, 2021
Home > Abruzzo > Pescara, attivita’ antidroga: controlli a Rancitelli e negli istituti scolastici: 2 arresti

Pescara, attivita’ antidroga: controlli a Rancitelli e negli istituti scolastici: 2 arresti

< img src="https://www.la-notizia.net/pescara" alt="pescara"

PESCARA – Continua l’azione di controllo delle delicate zone periferiche della città attuato ormai da tempo dai Carabinieri di Pescara che, tra la serata del 1° maggio e la mattinata seguente hanno condotto un massiccio servizio straordinario nella zona di Pescara Colli e nel quartiere “Rancitelli”.

Nello specifico i Carabinieri hanno:

  • individuato una coppia di conviventi dedita allo spaccio di stupefacenti in un’abitazione al “Ferro di Cavallo”. La donna, 34enne, è stata arrestata in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare e posta agli arresti domiciliari; l’uomo è stato denunciato a piede libero. Nel corso della perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati gr.10,00 di eroina, gr. 9,00 di cocaina, un bilancino elettronico di precisione e materiale atto al confezionamento delle dosi;

  • tratto in arresto in ottemperanza ad un’ordinanza di sostituzione della misura cautelare dell’obbligo di dimora con quella degli arresti domiciliari a carico di A.M., 26enne;

  • identificato oltre 60 persone e controllato circa 40 veicoli eseguendo oltre 20 perquisizioni tra personali, veicolari e locali.

I controlli si sono indirizzati poi all’interno di un noto Liceo di Pescara. In collaborazione con la Direzione scolastica, i cinofili dell’Arma, assieme ai carabinieri della città, hanno ispezionato alcuni ambienti e pertinenze dell’istituto. L’operazione ha portato al rinvenimento di 13 grammi di haschish rinvenuti nel cortile dell’istituto e di due grinder, scoperti all’interno di un bagno della scuola. I grinder sono piccoli dispositivi che possono avere forma piramidale o a sezione romboidale che, mediante la rotazione antitetica delle due metà, servono a macinare marijuana.

L’attività condotta all’interno del Liceo è l’ennesima dimostrazione di come lo stupefacente sia diffuso presso gli studenti ed entri con una certa disinvoltura negli istituti scolastici. L’azione dell’Arma, dunque, così come esercitata con costanza, mira a infrenare questo fenomeno che deve comunque essere affrontato circolarmente anche attraverso la diffusione di una cultura di forte e convinta dissuasione dall’uso di qualsiasi genere di stupefacente.

I controlli continueranno anche nelle prossime settimane fino al termine dell’anno scolastico.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net