lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Marche > Referendum sul divorzio 45 anni fa. Come andarono le cose nelle Marche

Referendum sul divorzio 45 anni fa. Come andarono le cose nelle Marche

Ancona – Non sono in molti ad aver ricordato che ieri 12 maggio ricorreva il 45° anniversario dello storico referendum  sul “divorzio”. Il verdetto fu chiaro: il 59,26% degli italiani si espresse per il mantenimento della Legge 1°dicembre 1970 n° 898 sulla “Disciplina in caso di scioglimento  di matrimonio”, nonostante il forte tentativo da parte cattolica di abrogare la legge. Solo il 40,74% votò a favore dell’abolizione.

Come andarono le cose nelle Marche? In effetti, per tre province su quattro, non in maniera dissimile dal risultato nazionale. Nella regione i dati a favore del divorzio furono il 57,62% contro il 42,38%.

Vediamo ora le province che erano solo quattro naturalmente. A Pesaro/Urbino i favorevoli furono il 62,67%; ad Ancona il 61,51%. A Macerata invece prevalsero quelli contrari al divorzio anche se di poco con il 50,59%. Infine ad Ascoli Piceno che comprendeva anche Fermo, i favorevoli furono 54,90%.

Per quanto riguarda le città, ad Ancona i favorevoli alla Legge toccarono il 67,48%. A Pesaro addirittura il 69,34% mentre a  Fano il 61,37%. A Macerata prevalsero i contrari con il 50,67%. Ad Ascoli Piceno i favorevoli furono il 53,91% mentre a San Benedetto del Tronto il 60,33 e a Fermo il 60,20%.

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net