lunedì, Dicembre 6, 2021
Home > Italia > Monterotondo, uccide il padre con un pugno. “L’ho fatto per difendere la mamma e la nonna”

Monterotondo, uccide il padre con un pugno. “L’ho fatto per difendere la mamma e la nonna”

< img src="https://www.la-notizia.net/monterotondo" alt="monterotondo"

MONTEROTONDO – Non ne aveva mai parlato con nessuno. In citta’ tutti le vogliono bene e la definiscono una brava ragazza, a cui il padre aveva spento il sorriso. Lo ha ucciso, con un pugno, mentre l’uomo inveiva su di lei, sulla mamma e sulla nonna. Il 41enne era spesso ubriaco e l’ultima volta le donne non le hanno aperto. Lui ha sfondato la porta, ha aggredito la compagna, poi e’ stato il caos. La loro casa era un inferno fatto di botte, minacce, orrore. Tutti sapevano in citta’, ma l’uomo ha potuto proseguire indisturbato la propria condotta, fino alla tragedia. Ora, alla giovane, da quanto e’ stato possibile apprendere, potrebbe essere concessa la legittima difesa. Deborah Sciacquatori si trova  agli arresti domiciliari. Il delitto ha avuto luogo al culmine di una lite degenerata con il padre Lorenzo. Era un uomo violento, la maggior parte delle volte ubriaco. Deborah era nota a tutti come una studentessa modello del liceo Artistico, amante della boxe.

Secondo quanto e’ stato possibile apprendere, il 41enne sarebbe tornato a casa ubriaco e per questo Deborah, la mamma e la nonna avrebbero deciso di non farlo rientrare. Dopo aver preso a calci la porta, l’uomo sarebbe pero’ riuscito a fare il proprio ingresso in casa aggredendo immediatamente la compagna. La 19enne e la nonna avrebbero quindi tentato di difenderla, ma sarebbero state aggredite a loro volta.. Le tre donne avrebbero quindi cercato di fuggire in strada, ma l’uomo le avrebbe seguite. Al culmine di una lite degenerata tra padre e figlia, lei le avrebbe sferrato un pugno. La 19enne avrebbe pero’ immediatamente chiamato i soccorsi. L’uomo e’ deceduto poco dopo in ospedale.  “Non volevo ucciderlo – avrebbe detto Deborah – cercavo solo di difendere mia madre e mia nonna”.

La madre di Deborah Sciacquatori avrebbe già denunciato più volte il compagno, Lorenzo, per maltrattamenti, ma questo non è bastato a fermare l’inferno in famiglia. “Dobbiamo avere il coraggio di dire – commenta un concittadino – , pur nella umana pietà per la morte di un uomo, che in questa faccenda lei non è carnefice: lei è vittima!
Come vittime sono ogni giorno, ogni minuto, tante, tantissime donne che in questo nostro Paese, ancora nel 2019, sono oggetto di violenze!”

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net