venerdì, Marzo 5, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Anticipazioni per “L’APPRODO” del 3 giugno in seconda serata su RAI 3: come la Lega si è presa l’Italia

Anticipazioni per “L’APPRODO” del 3 giugno in seconda serata su RAI 3: come la Lega si è presa l’Italia

Su RaiTre alle 23.10 torna Gad Lerner con la prima puntata de “L’Approdo”: da Pontida a piazza del Popolo, come la Lega si è presa l’Italia

Gad Lerner, dopo anni di reportage in esterna, da lunedì 3 giugno alle 23.10 su Rai3, torna alla conduzione di un nuovo talk show in cinque puntate intitolato L’Approdo.

In onda dagli studi del Centro di produzione Rai di Torino il programma avrà una scenografia suggestiva dominata dalla ricostruzione un imponente relitto del mare al centro studio.

La prima puntata sarà dedicata alla storia della Lega, un ritorno alle origini per Lerner che prima con Profondo Nord (1991) e poi con Milano Italia (1992-1993) fu colui che per primo intuì il fenomeno politico della Lega Nord che in quegli anni iniziava una lunga escalation che l’ha portata ad essere il primo partito d’Italia.Ospiti in studio il politologo Marco Tarchi, professore ordinario presso la Facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri dell’Università di Firenze e lo storico Luciano Canfora.

Al talk in studio saranno alternati reportage di approfondimento girati in esterna di cui Gad Lerner sarà protagonista. Nel corso della prima puntata sarà trasmessa un’intervista esclusiva, realizzata sotto il Monumento al Guerriero di Legnano (MI) tutt’ora simbolo della Lega, a Francesco Speroni, uno dei padri fondatori della Lega Nord, Ministro delle Riforme del primo Governo Berlusconi esponente di punta della Lega dalla sua nascita fino al 2014 quando decide di non ricandidarsi all’europarlamento.

Il titolo e, più in generale, la mission del programma, traggono ispirazione dall’omonima trasmissione culturale della tv in bianco e nero in onda a cavallo tra gli anni Sessanta e Settanta che, oltre a vantare un comitato scientifico composto da eminenti personalità del mondo culturale dell’epoca tra cui Giuseppe Ungaretti, trattava le arti e la cultura nel senso più nobile e raffinato del termine.In ogni puntata Gad Lerner cercherà, appunto, un “approdo” difficile o talvolta impossibile nell’Italia contemporanea, attraverso un’impostazione storica, antropologica, filosofica che riguarda la scrittura, la scelta degli ospiti e le storie raccontate.

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *