giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > Ascoli Piceno, malato e solo si deve ricoverare: “A chi lascio la mia cagnetta?”

Ascoli Piceno, malato e solo si deve ricoverare: “A chi lascio la mia cagnetta?”

< img src="https://www.la-notizia.net/cagnetta" alt="cagnetta"

ASCOLI PICENO – Malato, solo, deve ricoverarsi a breve in ospedale per sottoporsi a cure necessarie e urgenti. A dargli affetto, in una situazione non certo gradevole, è principalmente la sua cagnetta. E’ proprio lei a dargli la forza di affrontare un percorso che sarà a tutti gli effetti difficoltoso e irto di ostacoli. E, in tutto questo, la sua preoccupazione è proprio questa: “A chi la lascio?” Una situazione familiare complicata non gli consente di vedere l’ ex moglie e la figlia. La sua vita, tra l’altro, è stata segnata anche dal terremoto che ha colpito il Centro Italia.

La sua malattia richiede cure urgenti, che lo terranno in ospedale per un po’. Non che non abbia amici. In molti cercano di aiutarlo come possono, ma per la maggior parte del tempo è solo, sente la mancanza della sua famiglia e si dispera. Non sta a noi giudicare se il fatto che non possa vedere moglie e figlia sia giusto o sbagliato. Di certo possiamo affermare che non si è macchiato di reati nei confronti delle persone che ama. Si tratta di una situazione difficile come tante, fatta di incomprensioni, difficoltà economiche, cose che contraddistinguono ad oggi l’esistenza di molti nuclei familiari.

La prossima settimana, a seguito di una visita, dovrà ricoverarsi. Malgrado tutto, non è tanto preoccupato per se stesso quanto per la sua cagnetta, che non sa a chi lasciare. Con la nostra testata ci siamo attivati per trovare una soluzione, che sarebbe in ogni caso temporanea. Se qualcuno avesse voglia di aiutare questa persona, che si è nelle vita fatta carico di tanti problemi non suoi, malgrado avesse necessità proprie che meritavano a loro volta attenzione, ce lo comunichi all’indirizzo mail: info@la-notizia.net.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *