venerdì, Ottobre 22, 2021
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “THE FAST AND THE FURIOUS – TOKIO DRIFT” lunedì 22 luglio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “THE FAST AND THE FURIOUS – TOKIO DRIFT” lunedì 22 luglio 2019

Il film consigliato stasera in TV: “THE FAST AND THE FURIOUS – TOKIO DRIFT” lunedì 22 luglio 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

The Fast and the Furious: Tokyo Drift è un film del 2006 diretto da Justin Lin. È il terzo capitolo della serie Fast and Furious. Sebbene sia uscito nel 2006, l’ordine temporale della serie vuole che gli eventi di Tokyo Drift siano accaduti dopo Fast & Furious 6, del 2013.

Sean Boswell è un ragazzo che cerca di affermarsi come pilota nelle corse automobilistiche illegali. Sebbene le corse gli forniscano una temporanea fuga dall’infelice situazione familiare e dal mondo superficiale che lo circonda, hanno anche la non trascurabile conseguenza di renderlo decisamente antipatico alle autorità locali. Dopo l’ennesima corsa illegale, stavolta in un cantiere, per evitargli di finire in riformatorio la madre lo spedisce in Giappone da suo padre, un militare in carriera di stanza a Tokyo. Etichettato come gaijin (straniero) ed emarginato poiché non conosce una parola di giapponese, non impiega molto a trovare un nuovo amico in un ragazzo americano, Twinkie, che lo introduce nel mondo sotterraneo del drifting.

Sean nota subito una delle ragazze più attraenti, Neela, e come suo solito attacca bottone; la ragazza è però la preferita di Takashi “Drift King”, un campione di corse con agganci nella Yakuza in quanto nipote di un potente capobanda. Sean provoca D.K. e viene da questi sfidato a una gara di drifting, ma perde la corsa e distrugge l’auto che gli è stata prestata da Han, un socio di D.K.. Han vuole addestrare Sean grazie all’utilizzo di una macchina che gli regalerà. Egli infatti mal sopporta la spacconeria e l’arroganza di D.K. inoltre senza che venga a scoprirlo ruba parte dei profitti delle corse clandestine e dell’usura di Takashi. Si allenano al porto insieme al clan di Han, di cui fa parte anche Twinkie. Sean si allena fino a diventare un esperto del drifting, tanto da battere uno stesso alleato di D.K., Morimoto. Continuando a gareggiare si allontana sempre di più dal padre, che per rinsaldare i loro rapporti gli mostra l’auto che vuole costruire partendo dalla carcassa di una vecchia Ford Mustang. Nel frattempo, in seguito all’avvicinamento di Neela a Sean, D.K. la lascia e lei si rifugia da Sean. Quando lo zio di D.K. arriva nel club e lo avvisa che il suo collaboratore lo sta truffando, egli si precipita da Han, il quale con l’aiuto dei suoi amici, tra cui Sean e Neela, fugge in automobile. Durante l’inseguimento Han viene coinvolto in una vendetta personale (eventi di Fast & Furious 6) e la sua auto viene ribaltata dall’impatto con un’altra automobile e prende fuoco, finendo con un’esplosione che uccide il ragazzo. Contemporaneamente coinvolto in un incidente, Sean abbandona Neela in auto e cerca di avvicinarsi, ma non riesce ad arrivare in tempo per salvare Han dall’esplosione.

Dopo questo avvenimento, i componenti del clan di Han decidono di lasciare la città, mentre Neela viene costretta ad abbandonare Sean e a tornare con D.K.. Una volta recuperati i soldi sporchi che Han aveva sottratto, Sean decide di restituirli al legittimo proprietario, cioè Kamata, lo zio di D.K.. Ovviamente, Kamata è molto adirato per ciò che Sean e il nipote hanno combinato. Sean allora propone una soluzione che non comporti una guerra aperta ma una corsa automobilistica. Convinto di poterlo battere nuovamente, D.K. accetta la sfida che organizza di proposito sulla montagna dove è presente un percorso che conosce alla perfezione; nonostante le scorrettezze dell’avversario, Sean riesce a vincere la gara e Kamata manda in “esilio” D.K. proclamando Sean il nuovo re del drift. La relazione con Neela può finalmente diventare realtà. La scena finale ha luogo nel solito parcheggio sotterraneo, nel quale si sta facendo festa. Sean è impegnato con Neela, ma Twinkie interviene dicendo che c’è un pilota che vuole correre con lui, un caro amico di Han che non è ancora stato battuto in tutta l’Asia. Lo sfidante si rivela essere Dominic Toretto a bordo di una Plymouth Road Runner del 1970. I due si parlano amichevolmente, poi Neela dà il via.

 

Regia di Justin Lin

Con: Lucas Black, Bow Wow, Nathalie Kelly e Brian Tee

Fonte: WIKIPEDIA