martedì, Marzo 2, 2021
Home > Abruzzo > Caramanico, boom di utenti al centro sportivo Sant’Elena

Caramanico, boom di utenti al centro sportivo Sant’Elena

< img src="https://www.la-notizia.net/caramanico" alt="caramanico"
Boom di fruitori quest’anno per il Centro Polisportivo Sant’Elena, nelle vicinanze del palazzetto dello sport Palasantelena, immerso nel verde della montagna del Parco Nazionale della Majella e gestito dalla Società Sportiva Valpescara.
La Società Valpescara ereditò un impianto inagibile e fuori norma ed investì proprie risorse per circa 500mila euro, procedendo al completo rinnovo della struttura.
«Grazie all’importanza e funzionalità dell’impiantistica sportiva affidataci – dichiarano Francesco Di Domizio e Andrea Pellegrini della SSD Valpescara – siamo felici e orgogliosi di contribuire ad innalzare il livello dell’offerta turistica ed alle bellezze naturali del posto. Abbiamo da poco fatto partire anche un progetto congiunto di turismo sportivo e naturalistico, da implementare e da promuovere ulteriormente, con Majambiente (turismo naturalistico e escursioni), Majagreen (Parco avventura nel bosco), Maneggio Di Monte (Avventure a cavallo) e Maja Quad (Avventure in quad). Le nostre attività sono tese alla promozione di valori positivi che da sempre contraddistinguono lo sport: l’amicizia, la tolleranza, la solidarietà, l’autodisciplina e la responsabilità. Lo sport, infatti, rimane l’ambito all’interno del quale si possono sperimentare dinamiche che successivamente saranno affrontate nel più ampio contesto della società civile, come il confronto, la socializzazione, il rispetto delle regole e dell’avversario, l’accettazione del diverso, l’incontro con le difficoltà e il loro superamento».
«Vale la pena di ricordare – interviene l’ex Sindaco e Capogruppo Consiliare di “Uniti per Caramanico” Mario Mazzocca – come la concessionaria S.S.D. Valpescara, diretta da Francesco Di Domizio, ereditò un impianto praticamente inagibile e fuori norma, oltre che con grossi problemi di tenuta statica della vasca. Nove anni or sono, nonostante le rimostranze e la forte contrarietà dell’allora opposizione (oggi al governo della nostra cittadina), la Società Valpescara investì proprie risorse per circa 500mila euro, procedendo al completo rinnovo ed alla messa a norma della vasca natatoria, preventivamente riconsolidata sia nella struttura che nelle fondazioni. La detta associazione, incaricata della gestione degli impianti, ultimò i lavori a tempo di record, tant’è che l’attuale è la nona stagione di attività con l’impianto completamente rinnovato».
Il centro polisportivo rappresenta l’ambiente adatto per trascorrere piacevoli momenti all’aperto in piscina. Oltre a rappresentare un luogo ideale per rilassarsi, godendo dell’ottima ossigenazione che la Majella offre, l’impianto, che può contare su di una piscina regolamentare di 25 metri ed una vasca baby 4×4, propone una serie di attività per i più dinamici e per coloro che desiderano essere sempre in movimento: corsi di nuoto per tutte le età, individuali e di gruppo, nuoto libero, aquagym e risveglio muscolare. Per chi desidera trascorrere un’intera giornata in piscina, il Centro dispone anche di un punto ristoro dover poter pranzare. Nei pressi della piscina all’aperto, si trova un attrezzato campo da tennis in terra rossa in cui è possibile giocare o seguire corsi di tennis individuali o di gruppo. Il Centro Polisportivo Sant’Elena propone anche un Campus Estivo “Sport e Natura” in cui i ragazzi possono vivere un’esperienza unica seguendo corsi di vari sport, il tutto in perfetta armonia con il verde e il salubre clima di Caramanico.
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *