sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Abruzzo > Chieti: Enzo Iacovozzi ricorda il pullman miracolato da San Gabriele nel 1937

Chieti: Enzo Iacovozzi ricorda il pullman miracolato da San Gabriele nel 1937

ISOLA DEL GRAN SASSO (TE) – Il 18 settembre 1937, i passeggeri di un pullman che da Chieti portava i pellegrini in visita al Santuario di San Gabriele dell’Addolorata, restano sospesi fra la vita e la morte.

Qualcosa va storto e rompe la serenità e l’allegria del viaggio:  un animale impazzito finisce sotto le ruote del bus che sul ponte che collega Villa Vomano a Val Vomano sbanda, sfonda il parapetto del ponte e si ferma in bilico fra la carreggiata e il vuoto.

Questo incidente che ha avuto fortunatamente un esito a lieto fine, compie 82 anni. I devoti del santo ritengono sia stato un miracolo di San Gabriele e ogni anno, i figli e i nipoti dei superstiti ricordano l’accaduto a cui è legata la loro vita. Se il pullman fosse precipitato, loro probabilmente non sarebbero mai nati perché i loro genitori e nonni sarebbero morti nell’incidente.

A tal proposito, il Cav. Enzo Iacovozzi, corrispondente consolare italo – tedesco di Hildesheim, nato a Palmoli (Ch) e vissuto a Chieti fino alla fine degli anni Sessanta prima di andare in Germania, dove torna ogni estate in vacanza, ha scoperto tramite la nipote, figlia della sorella maggiore Maria di Chieti Scalo che anche i suoi genitori Romualdo e Assunta, freschi sposini erano in quel bus, commentando: “se Dio vuole il prossimo anno che tornerò in Italia mi occuperò approfonditamente di questa vicenda che non conoscevo ma da cui dipende la mia esistenza”.

N.B.: la foto è tratta dall’Eco di San Gabriele

Cristiano Vignali – La Notizia.net