giovedì, 9 Aprile, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film d’autore stasera in TV: “DOCTOR STRANGE” domenica 22 settembre 2019

Il film d’autore stasera in TV: “DOCTOR STRANGE” domenica 22 settembre 2019

Il film d’autore stasera in TV: “DOCTOR STRANGE” domenica 22 settembre 2019 alle 21:20 su ITALIA 1

DoctorStrangeMovie.png

Doctor Strange è un film del 2016 diretto e co-scritto da Scott Derrickson.

Basato sull’omonimo personaggio dei fumetti Marvel Comics, il film è prodotto dai Marvel Studios e distribuito dai Walt Disney Studios Motion Pictures, ed è la quattordicesima pellicola del Marvel Cinematic Universe. Il film è stato scritto da Derrickson e C. Robert Cargill ed è interpretato da Benedict CumberbatchChiwetel EjioforRachel McAdamsBenedict WongMichael StuhlbargBenjamin BrattScott AdkinsMads Mikkelsen e Tilda Swinton. In Doctor Strange, il neurochirurgo Stephen Strange viene addestrato nell’uso delle arti mistiche dall’Antico.

Vari film basati sul Dottor Strange sono stati in lavorazione sin dalla metà degli anni ottanta, finché nel 2005 la Paramount Pictures acquistò i diritti cinematografici per conto dei Marvel Studios. Nel giugno 2010 Thomas Dean Donnelly e Joshua Oppenheimer vennero chiamati per scrivere la sceneggiatura del film. Nel giugno 2014 Derrickson venne annunciato come regista. Cumberbatch venne annunciato nel ruolo del protagonista nel dicembre 2014, e nello stesso periodo venne annunciato che Spaihts avrebbe riscritto la sceneggiatura, rimaneggiata in seguito da Derrickson e Cargill. Le riprese principali sono cominciate nel novembre 2015 in Nepal, si sono spostate nel Regno Unito nel dicembre 2015 e si sono concluse nell’aprile 2016 a New York. Parte delle riprese si sono tenute anche a Hong Kong.

La première del film si è tenuta il 13 ottobre 2016 a Hong Kong. Il film è stato distribuito il 26 ottobre 2016 in Italia e il 4 novembre 2016 negli Stati Uniti, anche in 3D e IMAX 3D. Il film ha incassato più di $677 milioni in tutto il mondo diventando l’undicesimo maggiore incasso del 2016, ed è stato accolto positivamente dalla critica cinematografica, che ha lodato in particolar modo gli effetti visivi e le interpretazioni del cast. È stato annunciato un sequel per il 2021, Doctor Strange in the Multiverse of Madness, ancora con Derrickson alla regia.

Katmandu, in Nepal, il malvagio stregone Kaecilius e i suoi zeloti fanno irruzione nel complesso di Kamar-Taj e uccidono il bibliotecario del luogo, custode di libri antichi e misteriosi. Il gruppo ruba alcune pagine di uno dei libri proibiti dell’Antico, un potente stregone immortale che insegna le arti mistiche ai suoi allievi, tra cui lo stesso Kaecilius. L’Antico insegue i traditori, ma Kaecilius riesce a fuggire portando con sé alcune pagine del libro.

Il dottor Stephen Strange è il miglior neurochirurgo del mondo. Viene tuttavia coinvolto in un incidente automobilistico che compromette le sue mani. La sua ex fidanzata e collega di lavoro Christine Palmer cerca di aiutarlo ad accettare la sua condizione, ma Strange l’allontana. Dopo mesi impiegati per trovare un modo per recuperare il pieno controllo delle mani e dopo aver dilapidato il suo patrimonio, Strange viene a conoscenza di Jonathan Pangborn, un paraplegico misteriosamente in grado di camminare. Pangborn invita Strange a raggiungere Kamar-Taj, dove incontra un altro discepolo dell’Antico, Karl Mordo. L’Antico introduce Strange al mondo della magia e delle dimensioni alternative e, nonostante l’iniziale diffidenza, acconsente a istruirlo.

Strange comincia il suo addestramento studiando dai libri della biblioteca, ora custodita da maestro Wong. Strange apprende che la Terra è protetta dalle altre dimensioni grazie a tre santuari costruiti a New YorkLondra e Hong Kong. Compito degli stregoni è quello di proteggere i santuari. Strange fa molti progressi nei mesi seguenti, leggendo anche i libri più avanzati e scoprendo i segreti della manipolazione del tempo grazie all’Occhio di Agamotto. Mordo e Wong mettono in guardia Strange dall’usare tali poteri andando contro le leggi della natura.

Kaecilius e i suoi zeloti utilizzano le pagine rubate per evocare Dormammu della Dimensione Oscura, dove il tempo non esiste. Per attuare il suo piano Kaecilius attacca il santuario di Londra, mentre Strange si ritrova catapultato nel santuario di New York. Strange riesce a trattenere Kaecilius e i suoi zeloti impegnati in una battaglia fino all’arrivo dell’Antico e di Mordo. Kaecilius rivela a Strange che l’Antico ottiene l’immortalità prendendo potere dalla Dimensione Oscura, dopodiché ferisce mortalmente l’Antico e fugge a Hong Kong. Strange, Mordo e Wong lo inseguono, ma scoprono che Kaecilius ha distrutto il santuario della città e che la Dimensione Oscura sta già divorando la Terra. Strange utilizza l’Occhio di Agamotto per invertire il tempo e creare un loop temporale in cui intrappola sé stesso e Dormammu, costretti a rivivere in eterno lo stesso momento. Dormammu accetta la proposta di Strange di lasciare la Terra in cambio della libertà dal paradosso, portando con sé Kaecilius e i suoi zeloti.

Mordo, deluso dopo aver scoperto che l’Antico contravveniva alle sue stesse regole prendendo potere dalla Dimensione Oscura, decide di andarsene. Strange restituisce a Kamar-Taj l’Occhio di Agamotto, che Wong rivela essere una Gemma dell’Infinito. Strange diventa il nuovo guardiano del santuario di New York, dove continua i suoi studi.

Nella scena a metà dei titoli di coda Strange discute con Thor, che ha portato suo fratello Loki sulla Terra per cercare il padre Odino. Nella scena dopo i titoli di coda Mordo visita Pangborn e porta via la magia che aveva curato la sua paraplegia, affermando di voler ridurre il numero degli stregoni sulla Terra.

Personaggi

Benedict Cumberbatch, Scott Derrickson, Tilda Swinton, Rachel McAdams, Chiwetel Ejiofor, Mads Mikkelsen e Benedict Wong al San Diego Comic-Con International 2016.

  • Stephen Strange, interpretato da Benedict Cumberbatch: Un rinomato neurochirurgo che, dopo un terribile incidente d’auto, scopre un mondo di magia e dimensioni alternative.[1] Cumberbatch, che durante il suo anno sabbatico insegnò inglese in un monastero tibetano nel Darjeeling, in India,[2] affermò di essere stato attratto dal misticismo del film: “Sono molto entusiasta riguardo alla dimensione spirituale, ovviamente. È un aspetto che è stato molto importante nella mia vita. Medito molto. È uno strumento enorme per riuscire a calmarmi, per fuggire da tutta la confusione, riuscire ad avere una mente concentrata e essere una persona più gentile, più cortese. La mia esperienza nel Darjeeling mi ha insegnato molto… sono molto cresciuto dal punto di vista formativo a un’età molto giovane. È qualcosa che cerco di tenere nella mia vita”.[3] Cumberbatch affermò di aver prestato particolare attenzione all’aspetto fisico e gestuale del personaggio.[4] Il produttore Kevin Feige aggiunse che nel film sarebbe stata mostrata solo una parte dei poteri di Strange, che includono il lancio di incantesimi “con nomi scioglilingua“, la creazione di maṇḍala di luce da usare come scudi e armi e la possibilità di creare portali per viaggiare velocemente attraverso il globo. Strange inoltre possiede la Cappa della Levitazione, che permette di volare, e l’Occhio di Agamotto, un potente artefatto capace di “manipolare le probabilità e il tempo”.[5]
  • Karl Mordo, interpretato da Chiwetel Ejiofor: Un vecchio allievo di Antico insieme a Strange. A differenza dei fumetti, il personaggio non è totalmente malvagio, ed è frutto dell’unione di più personaggi dell’universo del Dottor Strange.[6][7] Parlando del personaggio, Ejiofor sottolineò che “non è solo un villain, è molto ambiguo. È un mentore per Strange e c’è un crescente rispetto reciproco tra i due, vede grandi potenzialità in Strange, ma poi le cose si complicano”.[8]
  • Christine Palmer, interpretata da Rachel McAdams:[9][10] Un chirurgo collega di Strange. Feige descrisse il personaggio come “una sorta di cardine alla vecchia vita di Strange, dopo che quest’ultimo indossa i panni dello stregone. È una donna con cui Strange si trova in sintonia sin dall’inizio, poi si ritrovano, e lei lo aiuta a restare ancorato alla sua umanità”.[11]
  • Wong, interpretato da Benedict Wong:[12] Uno dei Maestri delle Arti Mistiche, incaricato di proteggere le reliquie più importanti di Kamar-Taj.[13][14] Il personaggio inizialmente non era incluso nella sceneggiatura, dal momento che nei fumetti è rappresentato spesso come “il domestico asiatico” che fa da spalla a Strange. Tuttavia, dopo che Tilda Swinton venne scelta per interpretare l’Antico, Derrickson decise di utilizzare il personaggio poiché “a differenza dell’Antico, [Wong] può essere totalmente sovvertito come personaggio e reinventato in un personaggio che non cade in nessuno degli stereotipi dei fumetti”.[15]
  • Nicodemus West, interpretato da Michael Stuhlbarg: un chirurgo rivale di Strange.[16][17]
  • Jonathan Pangborn, interpretato da Benjamin Bratt: un paraplegico che aiuta Strange nel suo viaggio di guarigione.[18][19]
  • Lucian, interpretato da Scott Adkins: uno zelota di Kaecilius abile nelle arti marziali.[20][21]
  • Kaecilius, interpretato da Mads Mikkelsen: un Maestro delle Arti Mistiche che decide di allontanarsi dall’Antico.[13][17][22] Feige ha spiegato che il personaggio “crede che Antico stia solo proteggendo il suo potere e che il mondo potrebbe essere migliore se lasciassimo entrare alcune di queste cose [da altre dimensioni]”.[22] Mikkelsen ha aggiunto che Kaecilius “non è un villain vero e proprio, è un uomo che crede in qualcosa di diverso rispetto all’eroe. […] È l’antagonista, ma non è necessariamente in torto”.[23] Mikkelsen ha aggiunto che il personaggio è frutto dell’unione di più antagonisti del Dottor Strange, mentre Derrickson ha affermato che il personaggio è stato sviluppato “per permetterci di introdurre l’idea di alcuni individui che vivono in altre dimensioni”.[8] Derrickson spiegò che Kaecilius ha degli ideali ben precisi e ha paragonato il personaggio al John Doe di Seven e al Joker di Il cavaliere oscuro, entrambi personaggi con una “logica inconfutabile” dietro le loro idee e le loro azioni.[24]
  • Antico, interpretato da Tilda Swinton: Un mistico celtico che diventa mentore di Strange.[25] I Marvel Studios inizialmente pensarono a un uomo per la parte, ma in seguito resero il ruolo adatto anche ad un’attrice.[6][26] Tuttavia fino al luglio 2015 Swinton non sapeva se avrebbe interpretato un uomo o una donna.[27] Il produttore Kevin Feige spiegò: “Mentre sviluppavamo il film pensavamo all’Antico più come a un titolo che a una persona specifica. Gli stregoni sono in giro da millenni, proteggendo la Terra da cose di cui non sappiamo nulla. Ci sono stati più Antichi, anche se il nostro Antico è in giro da cinquecento anni. È un titolo, e per questo abbiamo sentito di avere un certo margine di libertà nel casting”.[28] Feige affermò in seguito che Swinton “fa un lavoro incredibile nell’essere quasi ambigua in termini di genere. […] Chiaramente lei è una donna, ma la sua interpretazione è molto ambigua”.[29] Il casting di Swinton ha inoltre scatenato diverse accuse di whitewashing, dal momento che nei fumetti il personaggio è generalmente rappresentato come un uomo tibetano.[30] In risposta alle polemiche Swinton affermò che il personaggio nel film non è pensato per essere asiatico, e che non le è mai stato chiesto di interpretare un personaggio asiatico.[31]

Cumberbatch ha inoltre prestato il suo corpo come riferimento per la motion capture dell’entità Dormammu, interamente creata in CGI. Fu lo stesso Cumberbatch a suggerire a Derrickson di fargli interpretare il personaggio, in modo da suggerire che Dormammu non abbia una forma fisica nella sua dimensione e avesse assunto una forma umana per comunicare con Strange. La voce di Dormammu è invece di un attore inglese di cui non è stato rivelato il nome.[32]

Chris Hemsworth riprende il ruolo di Thor dai precedenti film dell’MCU nella scena a metà dei titoli di coda.[33] Inoltre Linda Louise Duan appare nei panni di Tina Minoru, anche se il nome del personaggio non viene pronunciato nel film;[34] Mark Anthony Brighton interpreta Daniel Drumm;[35] e Topo Wresniwiro interpreta Hamir. Zara Phythian, Alaa Safi, and Katrina Durden interpretano gli zeloti di Kaecilius.[36][37][38] Stan Lee appare in un cameo nei panni di un signore seduto in un autobus intento a leggere Le porte della percezione di Aldous Huxley.[39][40] Amy Landecker venne scelta per il ruolo della dottoressa Bruner, un’anestesista, ma la maggior parte delle sue scene vennero tagliate in sede di montaggio.

Regia di Scott Derrickson

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *