martedì, Ottobre 20, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Il film consigliato stasera in TV: “LA LA LAND” mercoledì 6 novembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “LA LA LAND” mercoledì 6 novembre 2019

Il film consigliato stasera in TV: “LA LA LAND” mercoledì 6 novembre 2019 alle 21:35 su RAI 1 Risultati immagini per la la land poster italia
La La Land è un film del 2016 scritto e diretto da Damien Chazelle. Il film racconta la storia d’amore tra un musicista jazz e un’aspirante attrice, interpretati da Ryan Gosling ed Emma Stone, realizzato come un musical contemporaneo che omaggia i classici film musicali prodotti tra gli anni cinquanta e sessanta. Il titolo del film è sia un riferimento alla città di Los Angeles sia al significato di essere nel “mondo dei sogni” o “fuori dalla realtà”. Chazelle ha scritto la sceneggiatura nel 2010, ma non ha trovato uno studio disposto a finanziare il progetto. Solo dopo il successo del suo Whiplash del 2014, il progetto ha ottenuto l’interesse delle case di produzione. Il film è stato presentato in anteprima alla 73ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, dove Stone ha vinto la Coppa Volpi per la migliore interpretazione femminile. Ha ricevuto 14 candidature ai Premi Oscar 2017, eguagliando il record di film come Eva contro Eva e Titanic,[1] aggiudicandosi infine 6 statuette. Si è aggiudicato sette Golden Globe, su sette candidature, il Premio del Pubblico al Toronto International Film Festival e molti altri numerosi riconoscimenti internazionali, diventando uno dei film più premiati e apprezzati del 2016.
«Here’s to the fools who dreams» «Dedicato ai folli e ai sognatori»
(Tagline del film)
Emma Stone e Ryan Gosling in una scena del film
Su una calda e trafficata autostrada di Los Angeles avviene il primo incontro/scontro tra Mia e Sebastian. Mia è un’aspirante attrice che lavora come barista presso un caffè degli studi della Warner Bros., mentre Sebastian è un pianista jazz che sogna di aprire un locale tutto suo. Dopo l’ennesimo provino andato male, le coinquiline di Mia, vedendola giù di morale, la convincono ad andare a una sontuosa festa sulle colline di Hollywood. Mentre sta tornando a piedi a casa, Mia è attirata da una musica ed entra nel locale da cui proviene. Nel locale dove lavora, Sebastian ha dato vita a un’improvvisazione jazz nonostante gli avvertimenti del proprietario, che gli impone di suonare classici natalizi per i clienti. Mia, giunta nel momento in cui Sebastian viene licenziato, cerca di congratularsi con lui per la sua esibizione, ma viene ignorata. Mesi dopo, Mia incontra Sebastian a una festa dove sta suonando in una cover band anni ’80 e lei lo prende in giro. Da quel momento incominciano a vedersi come amici, nonostante la forte alchimia tra loro, discutendo delle proprie passioni e dei rispettivi progetti per il futuro. Sebastian invita Mia al cinema alla proiezione di Gioventù bruciata e lei accetta, dimenticando un impegno assunto precedentemente con il suo attuale fidanzato Greg. Insoddisfatta, Mia lascia il fidanzato durante la cena e corre al cinema, dove trova Sebastian solo a film cominciato. I due concludono la serata con un ballo romantico all’Osservatorio Griffith. Dopo tanti provini falliti Mia decide, su suggerimento di Sebastian, di scrivere un suo monologo teatrale. Nel frattempo Sebastian riceve l’offerta di Keith, un ex compagno di classe al liceo, di diventare il tastierista della sua jazz band. Nonostante lo scetticismo sullo stile troppo pop del gruppo, Sebastian decide di firmare un contratto che gli darà una stabilità economica. Mia partecipa al suo primo concerto con la band, e poco a poco il coinvolgimento per la performance lascia spazio alla perplessità nel vedere Sebastian suonare una musica che non gli appartiene. Il gruppo ha un folgorante successo e Sebastian comincia un lungo tour che lo allontana da Mia, creando le prime discussioni tra loro. La sera dell’esordio del monologo di Mia, Sebastian non si presenta poiché impegnato in un servizio fotografico con la band. Solo poche persone assistono allo spettacolo, e Mia, delusa e amareggiata per le critiche negative ricevute e per la mancanza di Sebastian, decide di lasciare Los Angeles e le sue aspirazioni per tornare dai genitori a Boulder City, in Nevada. Alcuni giorni dopo Sebastian riceve una chiamata da una direttrice di casting che, avendo visto e apprezzato il monologo di Mia, vuole invitarla a un provino per un film il giorno successivo. Sebastian parte per Boulder City per convincere Mia a tornare. Al provino viene chiesto a Mia di raccontare semplicemente una storia, e la ragazza incomincia così a cantare la storia della zia, che l’ha ispirata a diventare un’attrice. Fiducioso che il provino sarà un successo, Sebastian dice a Mia che dovrebbe dedicarsi interamente a questa opportunità, anche se i mesi di lavorazione del film li terranno lontani. Nonostante l’incertezza sul loro futuro, i due si confessano che si ameranno per sempre. Cinque anni più tardi Mia è diventata un’attrice famosa, sposata con un altro uomo, David, e madre di una bambina. Una notte, la coppia si reca in un locale jazz, entrando nel quale Mia vede il logo “Seb’s”, che lei stessa aveva ideato, e si rende conto che Sebastian è riuscito ad aprire il suo club. Quando Mia e Sebastian si rivedono, entrambi sono visibilmente turbati. Sebastian esegue al piano il loro tema d’amore, e Mia immagina[2] come sarebbe potuta essere la loro vita se la loro relazione avesse funzionato. Terminata l’esibizione, Mia lascia il locale assieme al marito, non prima di condividere un ultimo sguardo e un sorriso di intesa con Sebastian. Regia di Damien Chazelle Con: Ryan Gosling ed Emma Stone Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *