domenica, Settembre 27, 2020
Home > Marche > Una “Rotonda sul mare” tra Marche ed Umbria. Fred Bongusto e la vecchia ferita

Una “Rotonda sul mare” tra Marche ed Umbria. Fred Bongusto e la vecchia ferita

< img src="https://www.la-notizia.net/fred-bongusto" alt="fred bongusto"

di Maurizio Verdenelli


A Passignano sul Trasimeno (Perugia) ce l’hanno ancora con la Casa discografica che 55 anni fa volle ‘spostare’ la location di una delle canzoni italiane  di maggior successo dalle rive sul lago fino ad allora noto per una clamorosa vittoria di Annibale sui Romani, a quelle sull’Adriatico dove si specchia Senigallia. La vecchia ‘ferita’ e’ riemersa a margine della scomparsa di Fred Bongusto, il cantante ‘confidenziale’ che porto’ al trionfo il malinconico motivo di Franco Migliacci, con la musica di Pietro Faleni.

Dicono a Passignano: “Un motivo ancora ascoltatissimo. E che avrebbe lanciato il Trasimeno così come ha ‘promosso’ Senigallia. Diventando nel testo e sopratutto nel titolo: Una rotonda sul mare. Era una terrazza, invece, e guardava il nostro Trasimeno”. Per la precisione si chiamava e tuttora Terrazza Lido’, dal nome dell’hotel pluristelle che ne e’ proprietario. Una robusta piattaforma collegata alla terraferma da un agevole camminamento, da cui si scopre un meraviglioso panorama del lago, delle isole e delle colline circostanti”.Ma come avvenne lo ‘scippo marchigiano’ ai danni della localita’ lacustre umbra?

Migliacci, il paroliere di decine di canzoni che hanno fatto la storia del genere (due su tutte: Nel blu dipinto di blu cantata da Domenico Modugno e C’era una volta un ragazzo che come me amava i Beatles e i Rolling stones, interpretata da Gianni Morandi) non era forse nato a Mantova e non viveva ormai stabilmente a Roma in quei formidabili anni 60? “Si, ma era legatissimo a Cortona da cui proveniva la sua famiglia toscana d’origine. In estate Franco era spesso a Passignano. Alla Terrazza, negli anni del boom (pure adesso) si ballava. Nascevano i primi flirts…”.Allora?”Allora gli amici di Migliacci (poco piu’ che trentenne) raccontarono che una sera dovettero insistere piu’ del solito perche’ lui scendesse da Cortona per unirsi a loro. Franco arrivo’ ma il suo umore non muto’. Immalinconito  (per questioni di cuore) fu visto distaccarsi, sedere a parte…..”vedo gli amici ballare”. E scrivere su un foglietto di carta. Era il testo di una canzone che avrebbe reso famoso Fred Bongusto, e lanciato Senigallia.

Che aveva agli occhi dei discografici una rotonda, il mare (preferibile al circoscritto lago Trasimeno seppure il piu’ esteso del Centritalia), una notorietà televisiva acquisita con ‘Campanile Sera’ e a due passi il Santuario di Loreto”. Che si voleva di piu?Le “prove”, oltre alla testimonianza dello stesso autore, sono tutte all’hotel Lido, con foto dell’epoca  -Una Rotonda sul mare e’ del 1964 -che ritraggono Migliacci e i suoi amici in quella che era con grande sforzo d’immaginazione la ‘dolce vita di Passignano’ sulla terrazza dell’albergo dove suonava l’orchestra. 

Non basta: le pareti del locale dal quale si accede alla Terrazza, sono foderate da una carta di pareti serigrafate con il testo autografo del grande paroliere.Il quale, cortonese nel DNA, amava molto quel territorio a cavallo tra Umbria e Toscana. Tanto da dedicare nel 1971,  alla citta’ dei suoi genitori: “Che sarà?” portata al successo da Jimmy Fontana. Non dunque Camerino o Macerata,  “il paese sulla collina” ma Cortona (Arezzo). Risolto cosi’ un altro enigma musical topografico al centro del dibattito degli appassionati fino ad oggi.

Quando a Senigallia il principe Umberto di Savoia visitava la rotonda sul mare, costruita nella seconda meta’ del XIX secolo, istituendovi una colonia, Fred Bongusto era nato da pochi mesi. Chiusa negli anni 80, riaperta nel 2006 con un restauro che l’ha riaffidata al suo splendore passato di focus modaiolo (ora si celebra il festival Jamboree): una fama che divise a lungo con il Kursaal di Porto Recanati, “Bussola” viareggina ante litteram.Il molisano Bongusto amava il ‘suo’ Adriatico, ospite spesso, non solo come artista, di locali alla moda della costa marchigiana e di Termoli (un’antica torretta saraceno sul mare, il suo ristorante preferito). Poi il buen ritiro ad Ischia e il lungo silenzio prima dell’addio. Le Marche dovrebbero ricordarlo in qualche modo ex post, come ha fatto Passignano con Franco Migliacci con la cittadinanza onoraria. Una Rotonda sul mare, ovverosia una Terrazza sul lago restera’ sempre nella storia della canzone d’autore italiana a legare Marche ed Umbria.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *