sabato, Dicembre 5, 2020
Home > Lazio > Terracina, estorsione, furto aggravato, ricettazione e spaccio: in carcere tre giovani del luogo

Terracina, estorsione, furto aggravato, ricettazione e spaccio: in carcere tre giovani del luogo

fondi

Nelle prime ore della mattinata odierna, i Carabinieri della Stazione di Terracina, con l’ausilio di altro personale della Compagnia Carabinieri di Terracina,  hanno dato esecuzione a tre ordinanze di custodia cautelare in carcere. I provvedimenti restrittivi sono stati emessi dal G.I.P. del Tribunale di Latina, Dott. Mario La Rosa – su richiesta del Sost. Proc. della Repubblica presso il Tribunale di Latina, Dott. Claudio De Lazzaro – nei confronti di tre giovani del luogo, indagati di concorso nei reati di estorsione, furto aggravato, ricettazione e spaccio di sostanze stupefacenti.

I primi destinatari dell’ordinanza (due fratelli italiani di 19 e 22 anni) sono stati raggiunti e arrestati presso la loro abitazione di Terracina, mentre il terzo soggetto (un cittadino marocchino di 26 anni), già detenuto preso la casa Circondariale di Frosinone, si è visto notificare il provvedimento nell’attuale luogo di detenzione.

L’indagine è stata avviata a Terracina nel mese di giugno 2019

L’indagine – portata a termine con le tradizionali tecniche investigative – è stata avviata nel mese di giugno 2019 dai militari della Stazione di Terracina, in accoglimento della richiesta di aiuto di un minore del luogo che, esasperato dalle continue vessazioni e richieste di denaro rivoltegli dagli indagati e preoccupato per la propria incolumità fisica, si era rivolto all’Arma operante. Le preliminari verifiche effettuate hanno consentito di acclarare come due degli arrestati avessero ceduto, nel mese di maggio 2019, alcune dosi di hashish al minore. Quest’ultimo, incidentalmente, era stato poi testimone del furto di una bicicletta asportata dai pusher ai danni del padre di un suo conoscente, che aveva informato nel merito. Il suo senso civico, però, era diventato motivo di rancore e ritorsione da parte della “banda” che, di conseguenza, aveva cominciato a pretendere dal malcapitato un indennizzo per tale delazione. Da qui l’incubo del ragazzo che, nell’impossibilità di corrispondere alle pressanti richieste, era stato costretto a rubare denaro contante e preziosi, poi finiti sul mercato dei “compro oro”, ai propri familiari, per un valore stimato di circa 4.000 euro.

Nel corso della perquisizione domiciliare operata in appendice all’arresto dei due fratelli, venivano inoltre rinvenuti, nella disponibilità del più giovane, circa 0,40 grammi di hashish, un bilancino di precisione e un coltello con residui della medesima sostanza.

Nella prospettiva di verificare se tali dinamiche criminali siano state elevate a sistema dagli odierni indagati, sono in corso ulteriori verifiche per accertare l’eventuale presenza di analoghi episodi ai danni di altri giovani del luogo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *