martedì, Dicembre 1, 2020
Home > Abruzzo > Il Quartetto Petra in concerto a Pescara con il primo lavoro discografico abruzzese sulla zampogna e la ciaramella

Il Quartetto Petra in concerto a Pescara con il primo lavoro discografico abruzzese sulla zampogna e la ciaramella

quartetto petra

PESCARA – Il Quartetto Petra – ensemble di zampogne e ciaramelle – si esibirà presso il Museo Vittoria Colonna di Pescara, venerdì 27 dicembre, alle 18.30, con ingresso libero. Nell’occasione sarà presentato il loro primo cd “L’Eco dei Monti”, che ha il pregio di unire brani tradizionali della musica popolare, legati soprattutto alla trasmissione orale, come Tu scendi dalle Stelle”, di cui  Sant’Alfonso Maria de Liguori scrisse il testo sulla base di melodie suonate dagli zampognari abruzzesi, alla riproposizione – per la prima volta – di pagine straordinarie della cultura musicale europea, come “Pifa”, sinfonia pastorale di George Friderick Handel, XIII parte del celebre oratorio Messiah e la “Sérénade d’un montagnard des Abruzzes à sa maîtresse” di Hector Berlioz, entrambe ispirate, come ampiamente documentato, proprio da zampognari abruzzesi del passato. L’operazione inversa, tesa a riportare le composizioni alle originarie sonorità, è stata eseguita dal maestro Antonello Di Matteo, fino a qualche anno fa direttore artistico dell’Associazione Zampogne d’Abruzzo e ora componente della Philadelphia Orchestra.

Il titolo del cd “L’Eco dei Monti”, riprende una composizione del musicista Vittorio Pepe, compresa nella raccolta “Natale Abruzzese” (1897), illustrata da Basilio Cascella, e intende richiamare la poetica suggestione dei suoni che un tempo era possibile percepire in lontananza, quando le montagne abruzzesi erano popolate da pastori.

Il Quartetto Petra, sorto all’interno dell’Associazione Zampogne d’Abruzzo,  è composto da Luigi Varalli, ciaramella in Sol, Christian Di Marco, ciaramella in Re e Sol, Marcello Sacerdote zampogna a chiave in Sol, voce, percussioni tradizionali e Manuel D’Armi, zampogna bassa a chiave in Sol.

I giovani musicisti  sono attualmente impegnati in una serie di concerti in varie città svizzere, tra cui Berna e Basilea.

In occasione del concerto – patrocinato e promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara – saranno esposti alcuni pannelli della mostra “Zampognari mito dell’Abruzzo pastorale”, a cura di Antonio Bini. Il brindisi finale sarà offerto dalla Cantina Orsogna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net


Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *