sabato, Novembre 28, 2020
Home > Marche > Porto San Giorgio, il presepe vivente fa il bis. Capodanno il 1° gennaio in teatro col gospel

Porto San Giorgio, il presepe vivente fa il bis. Capodanno il 1° gennaio in teatro col gospel

porto san giorgio

PORTO SAN GIORGIO – In migliaia al presepe vivente a Castel San Giorgio. Domenica è andata in scena la seconda e conclusiva rappresentazione della prima edizione in chiave marinara.

Le vie del vecchio incasato cittadino sono tornate ad essere scenario, a partire dalle 16,30, di momenti di vita popolare con la rappresentazione degli antichi mestieri ed il mercato ebraico. Il pubblico ha iniziato la visita dall’accesso consigliato in viale del Crocifisso. Molti spettatori, così come nell’edizione dell’8 dicembre, hanno atteso in largo anticipo l’inizio delle rappresentazioni e preso posto lungo il corso fino alla piazza antistante il teatro. Viste le basse temperature si è deciso di collocare la natività proprio all’interno dell’edificio principale.

Il presepe vivente, realizzato con il coordinamento e la regia dell’Assessorato alla Cultura e Turismo e dall’associazione Rattattù, ha visto oltre 100 figuranti provenienti dalle associazioni e dalle realtà cittadine: l’assessore Elisabetta Baldassarri ha tenuto a ringraziare vivamente tutti.

“Abbiamo fatto da collante e tirato le fila ma i veri protagonisti, il vero esempio e motore di questa iniziativa sono stati i protagonisti – afferma Luca Vagnoni dell’associazione Rattattù – . Spero di poter lavorare ancora assieme il prossimo anno e di creare qualcosa di ancora più importante e incisivo dopo aver posto le basi in questa prima riuscita edizione. I miei ringraziamenti vanno a tutti: un plauso anche ad Elisabetta Baldassarri per il coraggio di fare, osare ed essere in prima linea e per la fiducia accordataci. Se tutto il tempo che molti impiegano per denigrare, criticare a priori (sui social e nella quotidianità) venisse dagli stessi impiegato nel fare, collaborare, dare una mano, mettersi in gioco per amore della propria città e basta, tante cose andrebbero meglio”.

Lunghe file fin dal primo pomeriggio anche per accedere nell’ex chiesa del Crocifisso che ospita il maxi presepe permanente di Renata Ficiarà. Sono varie migliaia i visitatori accolti dall’inizio di “Natale d’Incanto”.

Il nuovo anno si apre mercoledì 1 gennaio in teatro comunale con il concerto gospel di capodanno dei Mildred Daniels Singers (ore 17, ingresso gratuito). Sabato 4 gennaio il concerto di beneficenza con i Lazzari Felici “Napule Cantanno” (ore 21,15).

I partecipanti del presepe vivente

Istituto scolastico comprensivo “Nardi” (referenti Catia Frugoletti e Francesca Marilungo), Istituto Canossiane, Scuola dell’infanzia paritaria San Gaetano (Roberta Fioroni), Centro sociale Sud (Aleandro Biondi), Centro sociale Centro “Le Cappellette” (Santini), Azione Cattolica, scout, corale Novarmonia, Centro Ricreativo Don Bosco (Marcella Marcelli), Stefano Campussè, Patrizio Sparvoli, Basilio Ciaffardoni, Catia Pranzetti, le attività commerciali di Corso Castel San Giorgio, Cna (Luciana Testatonda), i residenti del quartiere Castello, ristorante Cocoon di Porto Sant’Elpidio, Stefania Pettinari e la sua famiglia,  Debora Pagliaccio e la sua famiglia,  Davide Rinaldi, Elena Taglianti, Luigi Brucoli, Romina Verdone, Rita Nicolai, Renata Romagnoli, Marisa Amoroso, Mariella Concetti, Cecilia Boccalini, Laura Melzi, Cristina Ruggeri, Viola Stronegli, Teodora Teasa, Anna e Claudia Montesanto, Piero Di Stefano, Cristina Pennacchietti, Stefania Migliore, Sabrina Fugazza, Cristina Ruggeri, Cecilia Biondi, Ivano Mattetti, Perla, Michela, Romina, Francesca e Mattia e coloro che a vario titolo hanno offerto spontaneamente il loro contributo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *