giovedì, Ottobre 22, 2020
Home > Italia > Nicoletta Dosio : “La decisione di sottrarsi alla responsabilità di scegliere ha lastricato la nostra storia di iniquità e viltà”

Nicoletta Dosio : “La decisione di sottrarsi alla responsabilità di scegliere ha lastricato la nostra storia di iniquità e viltà”

nicoletta dosio

E’ stata prelevata nella sua casa di Bussoleno, in Valle di Susa, ieri pomeriggio e arrestata dai Carabinieri l’attivista No Tav Nicoletta Dosio, 73 anni. La notizia della revoca della sospensiva delle misure di carcerazione era trapelata nelle prime ore del pomeriggio e immediatamente era seguita una mobilitazione di molti attivisti, volta a sostenere e confortare la signora durante l’arrivo delle forze dell’ordine.

Un cordone umano ha cercato di impedire il transito dell’auto dei Carabinieri che scortava la Passionaria No tav, volto storico della protesta alla nuova linea ferroviaria ad alta velocità, ora trasferita probabilmente nel carcere delle Vallette. Il tribunale del capoluogo piemontese aveva emesso la sentenza, stabilendo un anno di reclusione per Nicoletta, in seguito alla circostanza che la vedeva coinvolta nel 2012, insieme ad altri attivisti, allorchè durante una manifestazione avevano aperto le sbarre di un casello autostradale.

Per Nicoletta Dosio la Procura Generale di Torino aveva sancito la sospensione dell’ordine di carcerazione

Circa un mese fa la Procura Generale di Torino aveva sancito la sospensione dell’ordine di carcerazione. Interpellata Nicoletta aveva ribadito di non desiderare pene alternative, così gli atti sono stati trasmessi al magistrato di sorveglianza. Decisione singolare, senza precedenti. Ora spetta al magistrato di sorveglianza decidere se l’attivista 73 enne, trascorrerà il nuovo anno in prigione o sarà data esecuzione presso il domicilio delle pene definitive.

Anna Maria Cecchini

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *