lunedì, Giugno 1, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “TRANSFORMERS” domenica 5 gennaio 2020

Il film consigliato stasera in TV: “TRANSFORMERS” domenica 5 gennaio 2020

film transformers

Il film consigliato stasera in TV: “TRANSFORMERS” domenica 5 gennaio 2020 alle 21:00 su PARAMOUNT Network (Canale 27)

Transformers Autobot.jpg

Transformers è un film d’azione fantascientifico del 2007 diretto da Michael Bay con Shia LaBeouf e Megan Fox. Equivale alla trasposizione cinematografica live dei celebri Transformers, che si affianca all’omonimo film d’animazione prodotto nel 1986 e all’omonima serie animata del 198487.

Il film è il primo della serie cinematografica ed ha avuto 4 sequel:Transformers – La vendetta del caduto nel 2009, Transformers 3 nel 2011,Transformers 4 – L’era dell’estinzione nel 2014 e Transformers – L’ultimo cavaliere uscito nelle sale il 22 giugno 2017.

Sul pianeta Cybertron vivevano due razze aliene robotiche: gli Autobot, che combattevano per giustizia e libertà, e i Decepticon, che invece combattevano per tirannia. Tra le due fazioni scoppiò una guerra per il possesso dell’AllSpark, una fonte di energia in grado di creare mondi e vita su di essi; a causa della guerra Cybertron venne devastato e l’AllSpark andò perduto nello spazio. Autobot e Decepticon partirono alla sua ricerca e, dopo un lungo viaggio, l’AllSpark venne localizzato sul pianeta Terra.

Una base militare statunitense in Qatar viene attaccata da Blackout, un Decepticon camuffato sotto forma di elicottero che semina caos e distruzione e tenta di penetrare la rete informatica militare per hackerare alcuni file segreti, non riuscendoci. Il Pentagono si mobilita e il segretario della difesa degli Stati Uniti Keller fa riunire un gruppo di analisti per decifrare la natura dell’attacco. I pochi superstiti all’aggressione, guidati dal capitano Lennox, vengono attaccati nel deserto da Scorponok, un Decepticon dalle sembianze di un enorme scorpione meccanico liberato da Blackout durante lo scontro alla base militare. Alla fine il robot viene messo in fuga.

La Chevrolet Camaro di Sam Witwicky, uno studente liceale, inizia a muoversi da sola e Sam, credendo che qualcuno la stia rubando, si getta all’inseguimento sulla sua bici. Giunto nello scalo merci della città, il ragazzo scopre che la sua auto è in realtà l’Autobot Bumblebee; il robot invia un messaggio agli altri Autobot nello spazio affinché lo raggiungano sulla Terra. Sam racconta tutto alla polizia, che però lo crede sotto l’effetto di droga.

Intanto Frenzy, un altro Decepticon, si introduce a bordo dell’Air Force One per impiantare un virus nella rete militare statunitense. Frenzy vuole scoprire la posizione esatta dell’AllSpark sulla Terra, ma i tecnici del Pentagono riescono a disattivare i server. Frenzy viene scoperto nella stiva dell’aereo e l’Air Force One è costretto ad un atterraggio di emergenza; fuggito, il robot invia agli altri Decepticon i dati relativi a Sam, che possiede gli occhiali del suo trisnonno, necessari alle ricerche dell’AllSpark. Nel frattempo, al Pentagono il lavoro degli analisti per cercare di comprendere l’origine degli attacchi in Qatar e all’Air Force One, collegati dallo stesso obiettivo, prosegue. Una giovane analista, Maggie, è convinta che gli attacchi abbiano natura aliena; nessuno però le crede e la ragazza decide di rivolgersi a Glen, un hacker suo amico. I due vengono però scoperti e arrestati dall’FBI.

Bumblebee torna in forma veicolare da Sam che, spaventato, scappa sulla bici di sua madre. L’Autobot lo insegue fino a un parcheggio, dove Sam si imbatte in una pattuglia della polizia, alla quale si avvicina per chiedere aiuto, ma all’improvviso l’auto si trasforma rivelandosi come il Decepticon Barricade. Il robot interroga ferocemente Sam riguardo agli occhiali del suo trisavolo, ma il ragazzo riesce a scappare e si imbatte casualmente in Mikaela, una sua compagna di classe. I due vengono tratti in salvo dallo stesso Bumblebee. Giunto in un luogo periferico, l’Autobot si trasforma e affronta il nemico, sul quale ha la meglio. Durante la lotta Barricade libera Frenzy, che assale Sam e Mikaela, ma che alla fine viene decapitato dalla ragazza con l’ausilio di una sega elettrica. I due fuggono a bordo di Bumblebee, che per la strada assimila una Chevrolet Camaro del 2007.

La sera stessa raggiungono la Terra sotto forma di meteoriti anche gli altri Autobot: Optimus Prime, Jazz, Ratchet eIronhide, che assimilano veicoli terrestri e si presentano a Sam e Mikaela. I robot spiegano ai ragazzi cosa sta succedendo: molti anni fa il trisavolo di Sam aveva scoperto sotto il ghiaccio dell’Artide il corpo congelato di Megatron, il leader dei Decepticon, che prima di tutti aveva localizzato l’AllSpark sulla Terra ma per poco non era riuscito a recuperarlo, rimanendo ibernato sotto la calotta artica per migliaia di anni. Archibald Witwicky riattivò involontariamente il robot, che riuscì ad incidere sugli occhiali dell’uomo le coordinate della posizione dell’AllSpark. Se quegli occhiali finissero nelle mani dei Decepticon, questi riuscirebbero a trovare l’AllSpark e utilizzerebbero la sua energia per creare un nuovo esercito e sterminare la razza umana.

Gli Autobot portano Sam e Mikaela a casa del ragazzo, affinché questi recuperi gli occhiali del trisnonno. All’improvviso però irrompono nella casa gli uomini del Settore 7, un’organizzazione governativa segreta che si occupa di investigare sugli alieni. Sospettando che Sam sia entrato in contatto con essi, gli agenti del Settore 7 arrestano il ragazzo, i suoi genitori e Mikaela, ma gli Autobot intervengono per trarli in salvo. Tuttavia, quando il sergente Simmons chiama i rinforzi i robot sono costretti a fuggire; gli agenti del Settore 7 riescono a catturare Bumblebee, ma gli altri Autobot non possono intervenire onde evitare di creare danno agli umani.

Sam, Mikaela, la squadra del capitano Lennox, Maggie e Glen vengono condotti da Simmons presso la diga di Hoover, sotto la quale si trova la base del Settore 7, dove incontrano il segretario della difesa Keller. Il gruppo scopre che lì sono custoditi sia Megatron, mantenuto in criostasi dal 1935, sia l’AllSpark, che migliaia di anni prima era precipitato in quel luogo e, per tenerlo nascosto, vi era stata costruita sopra la diga. Sam riesce a convincere gli uomini del Settore 7 a liberare Bumblebee che, condotto all’AllSpark, lo riduce a un piccolo cubo. All’improvviso Frenzy, che ha raggiunto la base e qui si è rigenerato proprio grazie all’energia dell’AllSpark, disattiva i sistemi criogenici della struttura e permette a Megatron di riattivarsi e fuggire. Informati di quanto accaduto da Frenzy, gli altri Decepticon si mettono sulle tracce del Cubo, che però è stato portato via da Bumblebee e dai soldati guidati da Lennox, ai quali si uniscono anche gli altri Autobot, che avevano seguito la mappa sugli occhiali di Archibald Witwicky. Il gruppo sta cercando un nascondiglio per l’AllSpark, ma in autostrada viene raggiunto dai decepticon Barricade e Bonecrusher. Optimus Prime, per non interrompere la corsa del gruppo, ingaggia un duro combattimento contro Bonecrusher, che sconfigge decapitandolo. Intanto alla diga di Hoover Simmons, Keller, Maggie e Glen tentano disperatamente di contattare l’aeronautica per fornire supporto agli Autobot e ai soldati, pur avendo a disposizione mezzi piuttosto vecchi. Simmons e Keller devono inoltre fronteggiare l’arrivo di Frenzy, che alla fine riescono a uccidere.

Sam, Mikaela, gli Autobot e i militari raggiungono un centro abitato, dove incontrano i Decepticon. La battaglia infuria tra le strade cittadine e, all’arrivo di Megatron, che prima uccide Jazz e successivamente sembra avere la meglio su Optimus Prime, la vittoria dei Decepticon sembra sicura. I militari riescono però ad uccidere Brawl con l’aiuto di Bumblebee, posto da Mikaela su un carro attrezzi dopo aver subito gravi danni alle gambe a causa di un attacco di Starscream, e ad abbattere Blackout, grazie all’intervento dell’aeronautica. In mezzo al caos generale Sam fugge portando con sé il Cubo: il ragazzo vuole consegnare l’AllSpark ai militari affinché lo portino al sicuro in elicottero, ma viene ostacolato dallo stesso Megatron. Optimus Prime, per evitare che il Cubo cada nelle mani del nemico, decide di sacrificarsi per distruggerlo e chiede a Sam di inserire l’AllSpark nel suo petto per fonderlo con la sua scintilla, fonte della sua energia. Sam, invece, inserisce il Cubo nel petto di Megatron, uccidendolo.

A seguito di questa cruenta battaglia il governo statunitense dispone lo smantellamento del Settore 7 e fa gettare i resti dei robot morti nell’Abisso Laurenziano. Con la distruzione dell’AllSpark gli Autobot non possono ricostruire Cybertron, il loro pianeta di origine, e decidono così di rimanere sulla Terra come guardiani dell’umanità. Optimus Prime invia un messaggio a tutti gli Autobot persi nello spazio, invitandoli a raggiungerlo sulla Terra.

Regia di Michael Bay

Con: Shia LaBeouf  Megan Fox

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *