giovedì, Dicembre 9, 2021
Home > Italia > Lambrusco dai rubinetti di Castelvetro. E l’Italia sorride

Lambrusco dai rubinetti di Castelvetro. E l’Italia sorride

lambrusco

di Anna Maria Cecchini

Lambrusco come acqua, “miracolo” in una cittadina del Modenese. Uliano e Maria abitano in un piccolo appartamentino a Settecani di Castelvetro, 3 stanze in tutto e un piccolo balcone che in primavera trionfa di colore, dove ogni tanto viene confinato Artù, il piccolino nero trovato da Uliano, durante una delle sue solite passeggiate nei boschi, alla ricerca di funghi.

Mercoledì mattina qualcosa di incredibile ha rallegrato la coppia di anziani coniugi, che da ormai 2 settimane evita di scendere in paese per via del Covìd, si con l’accento sulla i, perché a Maria fa paura e la lingua le si incespica un pochino, quasi a voler riprendere fiato un attimo e vedere se arrivata alla fine, poi accada qualcosa di brutto o al contrario tutto rimanga al suo posto, anche la Madonnina nera di Loreto che guarda tutti dalla mensola sopra il gas.

Mercoledì mattina Maria si è alzata presto, ha riassettato ben bene, e preparato la sfoglia per i tortellini, tutto procedeva come sempre con Artù tra i piedi festante, quando aprendo il rubinetto della cucina, ha visto un liquido rosso e profumato zampillare e ha pensato tra sé e sé “ed ora come lo preparo il brodo per Uliano mio?”.

Presto Maria però si è accorta che quel liquido rubino era lambrusco, come quello che beve insieme ad Ulpiano quando prepara le crescentine con il prosciutto buono della bottega di Libero. Così Maria, in attesa che Uliano rincasasse, ha riempito qualche fiasco di quel lambrusco che scorgava dal rubinetto ed anche dalla doccia, perché è peccato sprecare quel dono improvviso di Gesù. Ritornato a casa Ulpiano che non è su fb e non ha lo smartphone, ha incontrato sulle scale del pianerottolo la figlia di Cesira, che lo ha avvertito del guasto al silos di una cantina in zona che avrebbe iniettato ad alta pressione, il vino frizzante nella rete idrica della frazione. Vino gratis per qualche ora e pubblicità doppia per l’azienda vinicola e per il paesino che da mercoledì rimbalzano sui social e sui giornali nazionali. l’Italia sorride e si rinfranca dalla sua lotta che non ammette pause nè incertezze.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net