lunedì, Ottobre 19, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film fantasy stasera in TV: “King Arthur” mercoledì 25 marzo 2020

Il film fantasy stasera in TV: “King Arthur” mercoledì 25 marzo 2020

FILM KING ARTHUR

Il film fantasy stasera in TV: “King Arthur” mercoledì 25 marzo 2020 alle 21:30 su SPIKE (Canale 49) 

King Arthur è un film del 2004 diretto da Antoine Fuqua, interpretato da Clive OwenKeira Knightley, Ioan Gruffudd, Mads Mikkelsen e Stefania Orsola Garello. Il film è uscito nelle sale negli Stati Uniti il 7 luglio 2004 con anteprima a Los Angeles il 28 giugno 2004, mentre in Italia il film è uscito nelle sale il 1º ottobre 2004.

V secolo. Il giovane Artorius Castus, da tutti chiamato Artù, di padre romano e madre britanna, ha al suo fianco i cavalieri sarmati, gloriosi combattenti, condannati dopo la sconfitta in un’epica e passata battaglia a servire l’Impero Romano per 15 anni da quando sarebbero giunti alla pubertà; LancillottoGalvanoGalahadBorsTristano e Dagonet, che poi diverranno i mitici Cavalieri della Tavola Rotonda.

Ma, proprio allo scadere della servitù, il vescovo Germanius, che da Roma porta i salvacondotti, impone loro un’ultima missione: prima di abbandonare il Vallo di Adriano devono risalire verso nord per soccorrere Marius, un nobile romano, e la sua famiglia, dall’imminente invasione sassone, guidata dal loro re Cerdic e suo figlio Cynric. Secondo Germanius, il figlio di Marius, Alecto, è il figlioccio favorito del Papa e può essere “destinato a diventare Papa un giorno”.

Artù si trova di fronte ad uno spettacolo raccapricciante: Marius rende schiavo il suo popolo e tortura i vecchi e Woad nel nome di Dio e di Roma; disgustato, Artù trae in salvo il popolo (nonostante i Sassoni siano vicini e questo rallenti la ritirata), Marius, la famiglia e due superstiti Woad ritrovati in una sorta di cava murata, la bella Ginevra e un bambino.

Durante la strada verso casa Marius muore da vile qual è, mentre Artù si trova a dover stringere un’alleanza con Merlino, il druido a capo della tribù Woad e padre di Ginevra, per salvare la Britannia dall’invasione.

Su un lago ghiacciato, i cavalieri vengono attaccati dall’esercito sassone guidato da Cynric, e Artù perde uno dei suoi cavalieri, Dagonet, che si sacrifica per permettere ai suoi compagni di fuggire, lasciando Artù e gli altri cavalieri paralizzati dal dolore. Ginevra risveglia in lui il sangue britannico e Artù, disilluso sull’idea di una Roma democratica, decide di non farvi ritorno, ma di rimanere e combattere contro i Sassoni, a fianco degli Woad (Ginevra compresa) e dei suoi fedeli cavalieri che ormai sono liberi da ogni obbligo, ma che comunque decidono di combattere al fianco di Artù. Durante la battaglia però muoiono altri due suoi cavalieri: Tristano (ucciso da Cerdic) e Lancillotto (il quale, per difendere Ginevra, viene trafitto a tradimento da Cynric, che viene a sua volta ucciso da un Lancillotto morente). Artù uccide Cerdic e i Sassoni sono sconfitti. La vittoria riportata da Artù e dai suoi cavalieri al monte Badon è così completa e devastante che i Sassoni si ritirano dalla Britannia. Dopo aver bruciato il corpo di Lancillotto dopo la sua morte (segno della promessa fatta all’amico) Artù e Ginevra si sposano.

Nella scena finale, una voce fuori campo narra che le gesta dei cavalieri verranno tramandate di padre in figlio per generazioni. La leggenda narra che i cavalieri rinascano nei cavalli e, durante il monologo finale se ne vedranno tre al galoppo, presumibilmente le reincarnazioni di LancillottoTristano e Dagonet.

Regia di Antoine Fuqua

Con: Clive OwenKeira Knightley, Ioan Gruffudd, Mads Mikkelsen e Stefania Orsola Garello

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *