giovedì, Ottobre 28, 2021
Home > Abruzzo > Abruzzo, Marsilio firma ordinanza su mobilità operatori Caritas

Abruzzo, Marsilio firma ordinanza su mobilità operatori Caritas

sanità

Il Presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ha firmato l’ordinanza n.20 riguardante la mobilità degli operatori Caritas. L’ordinanza dispone che sia garantita la mobilità alle Caritas Diocesane, alle Caritas Parrocchiali e agli enti gestori del terzo settore ad esse collegate al fine di proseguire nell’attività di quotidiana raccolta dei beni alimentari, di ridistribuzione alle strutture che assistono i poveri e nello svolgimento del servizio di consegna a domicilio, con modalità sicure e protette rispetto ai rischi di contagio attivo e passivo ai sensi dei provvedimenti statali e regionali adottati a carattere cogente e straordinario;

2. che il personale delle strutture di cui al punto 1 si doti di copia: a. del modello di autocertificazione adottato dal Ministero dell’Interno indicando come motivazione: i. assoluta urgenza per trasferimenti in comune diverso, come previsto dall’art. 1, comma 1, lettera b) del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 22 marzo 2020 ovvero ii. situazione di necessità per spostamenti all’interno dello stesso comune, o che rivestono carattere di quotidianità o che, comunque, siano effettuati abitualmente in ragione della brevità delle distanze da percorrere; b. della dichiarazione rilasciata dal responsabile della Caritas Diocesana o Caritas Parrocchiale di riferimento, su carta intestata che riporti: i. il nome dell’organizzazione locale di riferimento convenzionata; ii. il percorso; iii. nome del personale incaricato di effettuare la consegna, compreso quella a domicilio;

3. che le strutture suddette si adoperino per effettuare il minor numero di trasferimenti, coordinandosi fra loro per consegnare con un solo spostamento il materiale destinato a più strutture;

4. che le Caritas Diocesana o le Caritas Parrocchiale, anche col supporto dei Centri Operativi Comunali e/o dei Centri di Coordinamento Soccorsi, individuino per il territorio di competenza, procedure ottimali al fine di limitare gli spostamenti degli operatori e della popolazione;

5. che quanto in premessa costituisce parte integrante della presente ordinanza;

6. l’immediata esecutività della presente ordinanza per gli adempimenti di legge;

7. la trasmissione al Presidente del Consiglio dei Ministri, al Ministro della Salute, ai Prefetti competenti per territorio e ai sindaci dei Comuni abruzzesi. La presente ordinanza è pubblicata sul sito istituzionale della Regione con valore di notifica individuale a tutti gli effetti di legge. Avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso giurisdizionale innanzi al Tribunale Amministrativo Regionale nel termine di sessanta giorni dalla comunicazione, ovvero ricorso straordinario al Capo dello Stato entro il termine di giorni centoventi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net