lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Italia > L’Italia che cade a pezzi: crolla il ponte di Aulla a Massa Carrara

L’Italia che cade a pezzi: crolla il ponte di Aulla a Massa Carrara

aulla

L’Italia cade a pezzi. Dopo il caso del ponte Morandi, con relativo sequestro dei viadotti sulla rete autostradale, ieri mattina è crollato il ponte di Aulla, in provincia di Massa Carrara, situato al confine tra la Liguria e la Toscana.

Il ponte si trova in località Albiano Magra, lungo una strada provinciale che collega la bassa Val di Gara con la Val di Magra (La Spezia).

Coinvolti due furgoni. Dei due autisti uno è rimasto illeso, l’altro è stato ferito al torace e trasportato in ospedale in codice giallo.

I Vigili del Fuoco, prontamente accorsi, hanno verificato l’eventuale coinvolgimento si altri veicoli.

E’ da ritenere che le misure restrittive applicate per il contenimento del contagio da Coronavirus, abbiano fatto in modo di limitare il numero dei soggetti implicati nel sinistro, evitando così una probabile strage se vi fosse stato un traffico normale.

Il ponte era stato oggetto di polemiche nel corso dei mesi a causa di una crepa sull’asfalto, tanto che il 3 novembre scorso è stata effettuata una verifica da parte dei tecnici dell’ANAS, da cui dipende la struttura.

A seguito dei controlli è stato dichiarato che non sussistevano condizioni di pericolosità, secondo quanto riferito da Gianni Lorenzetti, presidente della Provincia di Massa Carrara, che alcuni anni fa ha ceduto la struttura ad Anas.

Il sopralluogo, ricorda, fu effettuato alla presenza anche dell’assessore comunale di Aulla e della polizia. Lo stesso Comune rassicurò i cittadini con un post sulla pagina istituzionale informando che “il traffico non avrebbe subito limitazioni”. “Il ponte – aggiunge Lorenzetti – è importantissimo per la popolazione dell’alta Lunigiana, in quanto punto di collegamento sia con i primi territori della Liguria sia con il resto della Toscana”.

Ettore Lembo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net