mercoledì, Settembre 23, 2020
Home > Abruzzo > Venerdì Santo: il Miserere di Selecchy dai balconi di Chieti

Venerdì Santo: il Miserere di Selecchy dai balconi di Chieti

CHIETI – A causa dell’emergenza Coronavirus, la Processione del Venerdì Santo di Chieti è avvenuta solo in maniera simbolica con l’Arcivescovo Bruno Forte che ha percorso con un Crocifisso in processione il tragitto dal Seminario Diocesan fino al sagrato della Cattedrale di San Giustino, passando per Corso Marrucino, dove ad un certo punto del tragitto il Cristo sulla Croce si è staccato.

Dunque, quest’anno il coro (diretto da Loris Medoro dal 2004 con 200 cantori e 120 strumenti) non ha potuto accompagnare l’Arcivescovo, ma il Miserere di Selecchy è risuonato ugualmente per le vie della città. Questo perché molti cittadini aderendo all’iniziativa dell’Arciconfraternita del Sacro Monte dei Morti, hanno lanciato dai balconi il suggestivo bravo in due orari precisi: a mezzogiorno e appena dopo la benedizione dell’Arcivescovo in serata dopo le 19.00.

Ma, vediamo il Miserere di Selecchy dai balconi di Chieti:

Chieti, il Miserere di Selecchy risuona per le strade dai balconi dei Teatini

Cristiano Vignali – LaNotiza.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *