lunedì, Ottobre 18, 2021
Home > Sport in Pillole > Sport, Samb: in un’intervista rilasciata a Sky Sport, il tecnico dei rossoblu Montero parla dell’incertezza del campionato e del suo futuro

Sport, Samb: in un’intervista rilasciata a Sky Sport, il tecnico dei rossoblu Montero parla dell’incertezza del campionato e del suo futuro

di Marco De Berardinis

A San Benedetto sto bene, il mio futuro? Dipende dal presidente Fedeli. Un giorno mi piacerebbe allenare la Juventus

Nel corso della trasmissione “Casa Sky Sport” , andata in onda nei giorni scorsi, condotta da Vanessa Leonardi e Maurizio Compagnoni, il tecnico uruguagio ha parlato a 360 gradi, nello specifico dell’incertezza del campionato, del suo futuro e del presidente Fedeli. Questo uno stralcio dell’intervista.

“Spero passi presto questo momento molto delicato dovuto al Coronavirus. Anche se temo che non sarà un periodo corto. Non voglio essere pessimista, ma andremo per le lunghe. Come sto vivendo l’isolamento? Fin da bambino sono abituato a stare sul campo. Per fortuna sono con la mia famiglia che è venuta dall’Uruguay. Poi chiamo gli amici di Torino e Bergamo, mi alleno. Ho visto delle partite nostre e quelle di grandi allenatori del passato che ho affrontato per vedere come giocavano le squadre. Leggo, cerco di far passare il tempo. No, niente serie tv: non ho la pazienza di seguirle”.

Il tecnico spiega come è arrivato alla Sambenedettese:

“Mi è arrivata la telefonata del direttore Fusco, anche se avevo già in mente di fare il master in Italia e quindi ero già proiettato su un’esperienza italiana. La Serie C è un campionato difficile e San Benedetto è una piazza calda. Ho accettato subito dopo aver avuto una riunione con Fusco e il presidente. Sono felicissimo della scelta fatta, la rifarei sicuramente”.

Poi parla del suo futuro:

“Mi piacerebbe rifare il percorso fatto da calciatore: Atalanta e Juventus. Però oggi penso al presente, qui a San Benedetto la gente mi ha trattato bene, non voglio mancare di rispetto ai nostri tifosi. Non posso pensare al futuro anche perché gli ultimi risultato non ci hanno aiutato”.

A proposito della riduzione degli stipendi, questo è il pensiero del tecnico uruguagio:

“I calciatori di Serie C non possono permettersi di abbassarsi lo stipendio, è tutto diverso. A San Benedetto abbiamo tanti calciatori in prestito e in scadenza di contratto, penso a loro. Noi comunque siamo fortunati, abbiamo un presidente che ha sempre fatto fronte ai suoi impegni e rispettato la parola data. Fino a giugno tutti gli impegni verranno rispettati”.

Infine parla del suo rapporto con il presidente Fedeli:

“A volte si discute faccia a faccia, senza rancore, con lui mi trovo benissimo. Abbiamo avuto normali discussioni, quando non arrivano i risultati è giusto che sia così. Non ho mai mancato di rispetto a lui, né lui a me. Il mio futuro, dipende anche da lui, qui a San Benedetto mi trovo benissimo”.