mercoledì, Dicembre 2, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film cult stasera in TV: “Spider-Man: Homecoming” martedì 28 aprile 2020

Il film cult stasera in TV: “Spider-Man: Homecoming” martedì 28 aprile 2020

film spider-man homecoming
Il film cult stasera in TV: “Spider-Man: Homecoming” martedì 28 aprile 2020 alle 21:30 su TV 8  Risultati immagini per spider man homecoming poster Spider-Man: Homecoming è un film del 2017 diretto da Jon Watts, il quale ha partecipato anche alla stesura della sceneggiatura, con. Tom HollandMichael KeatonJon FavreauZendayaDonald GloverTyne DalyMarisa Tomei e Robert Downey Jr. Basato sull’omonimo personaggio dei fumetti Marvel Comics, il film è prodotto da Columbia PicturesMarvel Studios e Pascal Pictures, e distribuito da Sony Pictures Releasing. Si tratta del secondo reboot del franchise cinematografico di Spider-Man, e della sedicesima pellicola del Marvel Cinematic Universe. Il film è stato scritto da John Francis Daley & Jonathan Goldstein, Watts & Christopher Ford e Chris McKenna & Erik Sommers. In Spider-Man: Homecoming, Peter Parker cerca di trovare un equilibrio tra i suoi impegni scolastici e la lotta al crimine nei panni di Spider-Man. Il film è stato annunciato nel febbraio 2015, dopo che i Marvel Studios e la Sony hanno raggiunto un accordo per realizzare un nuovo film su Spider-Man ambientato all’interno del Marvel Cinematic Universe. Nel giugno seguente Holland venne annunciato come interprete di Peter Parker / Spider-Man e Watts venne scelto come regista. Il titolo del film venne rivelato nell’aprile 2016. Le riprese principali cominciarono nel giugno 2016 ai Pinewood Atlanta Studios nella Contea di Fayette e si conclusero a inizio ottobre 2016 a New York. Spider-Man: Homecoming è stato presentato il 28 giugno 2017 al TCL Chinese Theatre, ed è stato distribuito il 6 luglio 2017 in Italia e il giorno successivo negli Stati Uniti, anche in 3DIMAX e IMAX 3D. Il film ha incassato più di $880 milioni in tutto il mondo, diventando il sesto maggior incasso del 2017[1] e il sesto maggiore incasso nel Nord America del 2017,[2] ed è stato accolto positivamente dalla critica cinematografica, che ha lodato l’interpretazione di Holland e del resto del cast, il tono leggero e le sequenze d’azione, ed è stato definito da diversi giornalisti il miglior film sul personaggio dopo Spider-Man 2 (2004). Dopo la battaglia di New YorkAdrian Toomes guida una squadra di operai per ripulire la città e recuperare oggetti alieni dopo la battaglia, ma le loro operazioni vengono interrotte dal Dipartimento di Stato della Damage Control; furiosi per aver perso il lavoro, Toomes e i suoi uomini decidono di tenere la tecnologia dei Chitauri in loro possesso e usarla per creare armi da vendere sul mercato nero. Otto anni dopo, Peter Parker, in seguito al suo incontro con gli Avengers, riprende gli studi presso la “Midtown School of Science and Technology”, nell’impaziente attesa della sua prossima missione. Per concentrarsi sulla sua attività da supereroe, Peter decide di lasciare la squadra di decathlon accademico. Una sera, dopo aver sconfitto alcuni criminali in procinto di svaligiare uno sportello automatico con le armi aliene di Toomes, Peter torna a casa, dove il suo migliore amico Ned scopre la sua identità segreta. Qualche sera dopo, Peter scopre che Jackson Brice / Shocker e Herman Schultz, due complici di Toomes, stanno vendendo alcune armi a un criminale locale, Aaron Davis: Peter interviene, ma viene fermato da Toomes, dotato di una tuta alata; Stark, con un’armatura comandata a distanza, giunge in soccorso di Peter e gli intima di non affrontare criminali pericolosi come Toomes, che, nel frattempo, uccide accidentalmente Brice, e Schultz diventa il nuovo Shocker. Peter e Ned analizzano un’arma persa da Brice, estraendo il nucleo alieno che la alimenta. Grazie a un dispositivo di localizzazione, Peter scopre che Schultz si trova in Maryland, così decide di tornare nella squadra di decathlon e viaggia insieme a loro a Washington, per le finali nazionali. Peter e Ned disabilitano il dispositivo di localizzazione nel costume di Spider-Man e attivano tutte le funzionalità avanzate. Peter riesce a impedire a Toomes di rubare delle armi da un camion della Damage Control, ma rimane intrappolato all’interno del magazzino della società. Grazie all’IA del costume, Peter scopre che il nucleo alieno è una bomba e corre al monumento a Washington; il nucleo esplode e intrappola Ned e gli altri amici di Peter nell’ascensore. Peter riesce a salvare i suoi compagni, compresa Liz, la ragazza di cui si è invaghito. Tornato a New York, Peter interroga Davis, che gli rivela dove trovare Toomes e i suoi complici. A bordo dello Staten Island Ferry, Peter cattura Mac Gargan, uno dei compratori di Toomes, ma quest’ultimo riesce a scappare. Durante lo scontro una delle armi aliene spezza in due il traghetto. Stark giunge nuovamente in soccorso di Peter e salva i passeggeri, poi rimprovera Peter per la sua avventatezza e si riprende il costume. Peter torna alla sua vita scolastica e trova il coraggio di invitare Liz al ballo della scuola. La sera del ballo, tuttavia, Peter scopre che Toomes è il padre di Liz; durante il tragitto in macchina anche Toomes intuisce l’identità segreta di Peter e gli intima di non immischiarsi nei suoi piani. Peter si rende conto che Toomes ha intenzione di dirottare un aereo della Damage Control che trasporta delle armi al nuovo quartiere generale degli Avengers e indossa il suo vecchio costume di Spider-Man. Viene tuttavia fermato da Schultz, che riesce a sconfiggere grazie all’aiuto di Ned. Peter raggiunge il covo di Toomes, ma quest’ultimo distrugge le colonne portanti dell’edificio, che crolla su Peter; il ragazzo riesce a liberarsi e affronta Toomes a bordo dell’aereo, che precipita su una spiaggia vicino Coney Island; l’Avvoltoio cerca di fuggire, ma la sua tuta alata esplode; Peter riesce a salvarlo e lo lascia imprigionato in attesa della polizia. Dopo l’arresto di suo padre, Liz si trasferisce in un’altra città, e Peter declina l’invito di Stark di unirsi ufficialmente agli Avengers. Tornato a casa, Peter indossa il costume donatogli da Stark proprio mentre sua zia May sta entrando nella stanza. Nella scena durante i titoli di coda, Gargan avvicina Toomes in prigione e gli chiede di rivelargli l’identità di Spider-Man; Toomes, tuttavia, nega di saperlo. Nella scena dopo i titoli di coda, Capitan America registra un videomessaggio di pubblica utilità in cui invita gli spettatori a essere pazienti. Personaggi
  • Peter Parker / Spider-Man, interpretato da Tom Holland: Un adolescente che ha acquisito abilità simili a quelle di un ragno dopo essere stato morso da un ragno geneticamente modificato.[3] Holland prese ispirazione da Tobey Maguire e Andrew Garfield, precedenti interpreti del personaggio, nella sua interpretazione, ma affermò di voler cercare di portare qualcosa di “nuovo ed eccitante” al personaggio”.[4] Tra le ispirazioni per il personaggio Holland citò anche Marty McFly, protagonista della trilogia di Ritorno al futuro. Holland spiegò che «questa è una versione molto diversa di Spider-Man perché vedrete un ragazzo che affronta i problemi che ogni ragazzo di quindici anni affronta quotidianamente e inoltre tenta di salvare la città. È in conflitto a causa di quello che sta cercando di fare e tutto quello che sta accadendo con gli Avengers. Ovviamente dopo Captain America: Civil War ancora non sappiamo bene cosa stia accadendo e lui si trova nel bel mezzo di questo mondo. Per cui è molto eccitante esplorare questi aspetti e più semplicemente è molto divertente vedere un ragazzo del liceo che cerca di capire cosa fare con i suoi superpoteri».[5] Per prepararsi al ruolo Holland frequentò per tre giorni la Bronx High School of Science.[6] Holland firmò un contratto per tre film sul personaggio e tre apparizioni in altri film del MCU.[7]
  • Adrian Toomes / Avvoltoio, interpretato da Michael Keaton: Un uomo che si dà al crimine dopo essere stato costretto a chiudere la sua azienda, specializzata nella riparazione dei danni causati dai conflitti tra supereroi. Dispone di una tuta dotata di ali meccaniche costruita grazie alla tecnologia dei Chitauri.[8][9][10] Il regista Jon Watts spiegò che Toomes è diverso dagli altri villain del MCU come Thanos e Ultron, affermando: «È divertente pensare che se Spider-Man è un ragazzo ordinario che diventa un supereroe, ci devono essere anche dei tipi ordinari che diventano supercattivi».[8] Keaton definì il personaggio come non totalmente malvagio, spiegando che “ci sono alcuni aspetti del personaggio che ti fanno dire «Sai una cosa? Penso di capire il suo punto di vista’. […] E ciò lo rende un personaggio interessante da interpretare».[11]
  • Harold “Happy” Hogan, interpretato da Jon Favreau: autista e bodyguard personale di Tony Stark.[12]
  • Michelle “MJ” Jones, interpretata da Zendaya: una compagna di scuola di Peter.[13] Zendaya descrisse Michelle come una ragazza “molto caustica, imbarazzante e intellettuale, e poiché è così intelligente, è come se non sentisse il bisogno di parlare alle persone”.[14] Watts la paragonò al personaggio interpretato da Ally Sheedy in Breakfast Club e a quello interpretato da Linda Cardellini in Freaks and Geeks. Il soprannome “MJ” è stato scelto come omaggio a Mary Jane Watson, anche se i due personaggi non sono collegati.[15][16]
  • Aaron Davis, interpretato da Donald Glover: complice di Toomes e zio di Miles Morales.[17][18][19]
  • Ann-Marie Hoag, interpretata da Tyne Daly: direttrice del Dipartimento del Damage Control.[20][21]
  • May Parker, interpretata da Marisa Tomei: La zia di Peter.[22] Inizialmente il casting di Tomei venne accolto negativamente dai fan, che trovarono l’attrice “troppo giovane e attraente per interpretare il personaggio”.[23] Il co-sceneggiatore di Captain America: Civil War Stephen McFeely, parlando del suo casting, affermò che la Marvel voleva creare un Peter “il più realistico possibile… è per questo che sua zia non ha ottant’anni; se è la sorella di sua madre, per quale motivo dovrebbe essere di due generazioni più anziana di lei?”.[24]
  • Tony Stark / Iron Man, interpretato da Robert Downey Jr.: Brillante ingegnere, playboy e filantropo, creatore dell’armatura high-tech da lui stesso indossata e creatore del Dipartimento del Damage Control.[25][26] Il presidente della Sony Pictures Tom Rothman affermò che l’inclusione di Stark nel film è importante a causa della relazione stabilita tra lui e Parker in Civil War e che il loro rapporto è una parte fondamentale del film.[27]
Inoltre Gwyneth PaltrowKerry Condon e Chris Evans riprendono i loro ruoli di Virginia “Pepper” Potts, F.R.I.D.A.Y. e Steve Rogers / Capitan America dai precedenti film dell’MCU.[18][28] Jacob Batalon interpreta Ned, compagno di scuola di Peter e suo migliore amico.[29][30] Il personaggio nasce dall’unione di Ned Leeds con altri personaggi dei fumetti di Spider-Man, ma il produttore Eric Carroll affermò che nella sceneggiatura non viene fatta menzione del cognome del personaggio, che non è necessariamente Leeds.[31] Laura Harrier interpreta Liz, figlia di Toomes e compagna di classe di Peter, che ha una cotta per lei.[32][33] Tony Revolori interpreta Eugene “Flash” Thompson, compagno di scuola e rivale di Peter.[32][33] Nel film il personaggio non è rappresentato come il classico bullo atletico del fumetti, poiché “al giorno d’oggi i bulli non sono solo degli sportivi. Sono ragazzi ricchi con delle belle macchine e dei bei vestiti, sono bulli snob”.[6] Garcelle Beauvais interpreta Doris Toomes, la moglie di Adrian e la madre di Liz;[18][34] Jennifer Connelly dà voce a Karen, l’IA del costume di Spider-Man.[35] Hemky Madera interpreta Mr. Delmar, proprietario di un mini-market del Queens.[18] Bokeem Woodbine e Logan Marshall-Green interpretano due differenti incarnazioni di ShockerHerman Schultz[10][36] e Jackson Brice:[37][38] entrambi sono complici di Toomes e utilizzano una versione modificata dei guanti di Crossbones da Captain America: Civil War.[26] Michael Chernus interpreta Phineas Mason, un altro complice di Toomes,[10][39] mentre Michael Mando appare nel ruolo di Mac Gargan.[18][40] Kenneth Choi, che interpretò Jim Morita nell’MCU, interpreta il preside Morita, discendente di Jim;[32][41] Hannibal Buress interpreta coach Wilson, l’insegnante di ginnastica di Peter;[18][42][43] Martin Starr interpreta Mr. Harrington, allenatore della squadra di decathlon accademico.[18][44][45] Starr era già apparso in un ruolo minore ne L’incredibile Hulk, accreditato come Amadeus Cho nella trasposizione letteraria del film.[46] Selenis Leyva e Tunde Adebimpe appaiono nei panni di Ms. Warren e Mr Cobbwell.[18][47] Isabella Amara, Jorge Lendeborg Jr., J.J. Totah,[48] Abraham Attah,[49] Tiffany Espensen,[34] Angourie Rice,[50] Michael Barbieri[51] e Ethan Dizon interpretano Sally, Jason, Seymour, Abe, CindyBetty Brant, Charles e Tiny, tutti compagni di scuola di Peter.[18] Martha Kelly appare nel ruolo di una guida turistica;[18][52] Stan Lee appare in un cameo nei panni di Gary, un abitante del Queens. Regia di Jon Watts Con: Tom HollandMichael KeatonJon FavreauZendayaDonald GloverTyne DalyMarisa Tomei e Robert Downey Jr Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *