martedì, Aprile 20, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Oberto, Conte di San Bonifacio” di Verdi del 12 maggio alle 18.40 su RAI 5: dal Teatro Lauro Rossi di Macerata

Anticipazioni per “Oberto, Conte di San Bonifacio” di Verdi del 12 maggio alle 18.40 su RAI 5: dal Teatro Lauro Rossi di Macerata

oberto conte di san bonifacio

Anticipazioni per “Oberto, Conte di San Bonifacio” di Verdi del 12 maggio alle 18.40 su RAI 5: diretto da Daniele Callegari per la regia di Pier’Alli dal Teatro Lauro Rossi di Macerata

Lauro Rossi | Sferisterio - Macerata Opera Festival

Per le grandi opere liriche in TV in onda oggi pomeriggio alle 18.45 su RAI 5 va in scena la prima opera composta da Giuseppe Verdi: è “Oberto, Conte di San Bonifacio”.

Composta su libretto di Antonio Piazza rielaborato da Temistocle Solera, Oberto fu rappresentato per la prima volta alla Scala di Milano il 17 novembre del 1839, quando Verdi aveva ventisei anni. L’edizione proposta da Rai5 è andata in scena al Teatro Lauro Rossi di Macerata nel 1999, per il Macerata Opera Festival, con la direzione di Daniele Callegari e la regia di Pier’Alli, che cristallizza gli interpreti sulla scena in pose statiche arrivando a costruire immagini di rara eleganza. Protagoniste le voci di Gabriella Colecchia, Fabio Sartori, Antonella Dalla Pozza, Michele Pertusi e Giovanna De Liso. La regia televisiva è di Paola Longobardo.

Oberto, Conte di San Bonifacio è la prima opera di Giuseppe Verdi, composta su libretto di Antonio Piazza rielaborato da Temistocle Solera. In origine si trattava probabilmente di un libretto intitolato Rochester o Lord Hamilton per il quale Verdi aveva composto la musica nel 1836, utilizzata poi per l’Oberto.

La prima rappresentazione ebbe luogo nell’ambito della stagione lirica del Teatro alla Scala di Milano il 17 novembre 1839 senza riscuotere però il buon successo sperato. Massimo Mila osservò: “Opera a tinte cupe, un poco nel gusto donizettiano; ma il taglio delle scene, l’energia quasi feroce dei ritmi e dell’orchestrazione, l’assenza di sentimentalismo arcadico, rivelano certe qualità di concisione e d’essenzialità drammatica che saranno solamente di Verdi”.

Trama

Atto I

  • 1 Introduzione
    • Coro Di vermiglia amabil luce (Coro) Scena I
  • 2 Aria di Riccardo
    • Cavatina Son fra voi! – Già sorto è il giorno (Riccardo, Coro) Scena I
    • Cabaletta Già parmi udire il fremito (Riccardo, Coro) Scena I
  • 3 Scena e Cavatina di Leonora
    • Scena Ah sgombro è il loco alfin! (Leonora) Scena II
    • Cavatina Sotto il paterno tetto (Leonora) Scena II
    • Cabaletta Oh potessi nel mio core (Leonora) Scena II
  • 4 Scena e Duetto di Leonora e Oberto
    • Scena Oh patria terra, alfin io ti rivedo (Oberto, Leonora) Scena III-IV
    • Duetto Non ti bastò il periglio (Oberto, Leonora) Scena IV
    • Andante del Duetto Del tuo favor soccorrimi (Leonora, Oberto) Scena IV
    • Tempo di mezzo Odi! – In quell’alte torri (Oberto, Leonora) Scena IV
    • Cabaletta Un amplesso ricevi, o pentita (Oberto, Leonora) Scena IV
  • 5 Coro
    • Coro Fidanzata avventurosa (Coro) Scena V
  • 6 Recitativo e Duetto di Cuniza e Riccardo
    • Scena Basta, basta, o fedeli! (Cuniza, Riccardo) Scena VI
    • Duetto Il pensier d’un amore felice (Cuniza, Riccardo) Scena VI
  • 7 Scena e Terzetto
    • Scena Alta cagione adunque (Imelda, Leonora, Cuniza) Scena VII-VIII
    • Terzetto Sono io stesso! A te davanti! (Oberto, Cuniza, Leonora) Scena IX
    • Tempo di mezzo Altra donna!… – Ciel!… chi è dessa? (Oberto, Cuniza, Leonora) Scena IX
    • Andantino Su quella fronte impressa (Oberto, Cuniza, Leonora) Scena IX
    • Cabaletta Ma fia l’estremo, o misera (Cuniza, Oberto, Leonora) Scena IX
  • 8 Finale I
    • Finale I A me gli amici! – Mira! – Io gelo! avvampo d’ira! (Cuniza, Riccardo, Leonora, Oberto, Coro) Scena IX-X
    • Canone A quell’aspetto un fremito (Coro, Oberto) Scena X
    • Seguito e stretta del Finale I Non basta una vittima (Oberto, Riccardo, Leonora, Cuniza, Imelda, Coro) Scena X

Atto II

  • 9 Coro, Recitativo e Aria di Cuniza
    • Coro Infelice! Nel core tradito (Coro) Scena I
    • Recitativo A te Riccardo favellar desìa (Imelda, Cuniza) Scena I
    • Aria Oh chi torna l’ardente pensiero (Cuniza) Scena I
    • Tempo di mezzo Dunque imponi… (Imelda, Cuniza) Scena I
    • Cabaletta con coro Più che i vezzi e lo splendore (Cuniza, Coro) Scena I
  • 10 Coro
    • Coro Dov’è l’astro che nel cielo (Coro di Cavalieri) Scena II
  • 11 Recitativo e Aria di Oberto
    • Recitativo Ei tarda ancor!… (Oberto) Scena III
    • Aria L’orror del tradimento (Oberto) Scena III
    • Tempo di mezzo Oberto! Oberto! – Qual lieto grido! (Coro, Oberto) Scena III
    • Cabaletta Ma tu, superbo giovane (Oberto) Scena III
  • 12 Recitativo, Scena e Quartetto
    • Recitativo Eccolo!… è desso! (Oberto, Riccardo) Scena III-IV
    • Quartetto Vili all’armi! a donne eroi (Oberto, Riccardo, Leonora, Cuniza) Scena IV-V
    • Tempo di mezzo Conte, lo vedi, orribile (Cuniza, Riccardo, Leonora, Oberto) Scena V
    • Cabaletta Ah Riccardo, se a misera amante (Leonora, Riccardo, Oberto, Cuniza) Scena V
  • 13 Coro
    • Coro Li vedeste? – Ah sì! la mano (Coro di Cavalieri) Scena VI
  • 14 Romanza di Riccardo
    • Romanza Ciel, che feci!… di qual sangue (Riccardo) Scena VII
  • 15 Scena e Rondò Finale
    • Scena Dove son?… li cerco invano! (Cuniza, Imelda, Coro) Scena VIII
    • Adagio Vieni, o misera (Cuniza, Coro) Scena IX
    • Scena Tutto ho perduto!… tutto! (Leonora, Coro) Scena IX
    • Rondò finale Sciagurata! a questo lido (Leonora, Coro) Scena IX-X
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *