sabato, Luglio 4, 2020
Home > Sport in Pillole > Sport, Samb: nel primo turno di play off i rossoblu affronteranno il Padova in trasferta in gara secca. Si giocherà martedì alle h.20:45 in diretta TV

Sport, Samb: nel primo turno di play off i rossoblu affronteranno il Padova in trasferta in gara secca. Si giocherà martedì alle h.20:45 in diretta TV

di Marco De Berardinis

Rosa al completo per il tecnico Montero, rossoblu carichi e sicuri delle propri forze. Gara d’esordio per il neo presidente Serafino

Dopo quasi quattro mesi i rossoblu tornano in campo, questa volta per disputare il primo turno dei play off contro il Padova di Mandorlini all’Euganeo, in una gara da dentro o fuori, non ci saranno né supplementari, né calci di rigore, match che si giocherà senza pubblico martedì 30 giugno alle h.20:45 e che vedrà l’esordio del neo presidente Serafino alla sua prima gara da presidente.

I ragazzi di Montero si sono preparati meticolosamente a questo appuntamento nonostante il caldo degli ultimi giorni e sono vogliosi di scendere in campo per dimostrare al neo presidente Serafino che la squadra non è quella balbettante vista nelle ultime gare di campionato prima dello stop forzato, ma quella delle prime gare in cui hanno dato spettacolo e ottenuto vittorie importanti che li hanno proiettati fino al terzo posto in classifica.

Molti giocatori daranno il massimo in campo per cercare la riconferma per il prossimo campionato, lo stesso tecnico Montero sarebbe felice di rimanere un altro anno in riviera.

I rossoblu avranno un solo risultato a disposizione e cioè la vittoria, dato che i veneti sono arrivati in classifica prima dei rossoblu ed avranno a disposizione sia la vittoria che il pareggio.

I rivieraschi avranno comunque di fronte una corazzata che ad inizio di torneo era stata allestita per il salto di categoria tant’è che è stata a lungo prima in classifica, poi il giocattolo si è rotto e i patavini, nonostante il cambio di panchina, da Sullo a Mandorlini, non sono riusciti più a conquistare la vetta terminando quinti prima dello stop forzato causato dal Coronavirus.

All’andata i rossoblu uscirono sconfitti dall’Euganeo per 2-0, con reti di Ronaldo su rigore e Santini, mentre il ritorno, in programma l’8 marzo, non fu disputato.

I precedenti incontri disputati dai rossoblu in terra veneta vedono i patavini in vantaggio, in 11 gare i rivieraschi hanno ottenuto 1 vittoria, 3 pareggi e 7 sconfitte. 

I rossoblu dopo l’ultimo allenamento effettuato al Riviera lunedì mattina, nel pomeriggio partiranno alla volta del veneto.

Sono tutti a disposizione del tecnico uruguagio, che avrà dunque l’imbarazzo della scelta su chi far scendere in campo, per quanto riguarda il modulo, confermerà il 4-3-3, visto che i giocatori lo conoscono bene e sarà costretto a vincere. Questo potrebbe essere l’undici iniziale e cioè  Santurro tra i pali, la linea difensiva a quattro sarà composta da destra a sinistra da capitan Rapisarda, Miceli, Biondi (Di Pasquale) e Gemignani; Angiulli sarà il play maker davanti alla difesa con ai lati Gelonese a destra e Frediani a sinistra, le tre punte dovrebbero essere Volpicelli a destra, Cernigoi al centro e Di Massimo a sinistra.

In casa biancoscudata il tecnico Mandorlini ha recuperato sia il difensore centrale Cherubin che il centrocampista islandese Hallfredsson, mentre Nicolò Fazzi è tornato in gruppo dopo essere risultato negativo anche al secondo tampone, non saranno della gara invece gli squalificati Frascatore e Santini, il modulo scelto dal tecnico di Ravenna dovrebbe essere il 4-3-3, dunque speculare a quello dei rossoblu, per cui l’undici di partenza potrebbe essere il seguente: Minelli tra i pali, Fazzi, Kresic, Andelkovic e Baraye saranno i quattro di difesa, Castiglia, Hallfredsson e Ronaldo i tre di centrocampo, Nicastro, Litteri e Zecca le tre bocche di fuoco.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Mario Vigile di Cosenza. Il fischio d’inizio è fissato per le h.20:45 di martedì 30 giugno. La gara verrà trasmessa in diretta da RaiSport sul canale 57 del DDT.

In occasione della gara Padova-Samb, i rossoblu vestiranno una casacca inedita, “special edition”, con il nuovo sponsor tecnico, la prestigiosa Nike, che sia di buon auspicio per il superamento del turno.

Ecco alcune dichiarazioni rilasciate da Montero alla vigilia del match contro i veneti:

“I ragazzi sono molto motivati, vogliamo sfruttare il regalo fattoci dal presidente. Noi siamo una squadra che può tenere il pallone, ma può anche fare un gioco diretto. Abbiamo delle punte come Cernigoi e Grandolfo che possono giocare in appoggio, ma anche cercare la profondità e delle ali che uniscono velocità e bravura nell’uno contro uno. Abbiamo qualità, ci sono giocatori che possono deciderla in ogni momento”.

A livello tattico ci saranno poche sorprese: «L’abbiamo preparata come le altre, con una maggiore cautela sul modo in cui andremo a pressare. Sarà una partita chiusa, sicuramente, ma basta un calcio piazzato per cambiare le cose: bisogna essere attenti ma anche fiduciosi. Abbiamo preparato il 4-3-3, è quello in cui i ragazzi si trovano meglio, ci sono catene di gioco ormai consolidate su cui faremo affidamento».

Di fronte i rossoblu troveranno una squadra di grande livello, reduce da un campionato complicato: «Il Padova ha grande esperienza e tanti giocatori importanti, ha investito molto e sicuramente sperava di andare più in alto. Si tratta di una squadra con grande fisicità, forte sia a campo aperto che sulle seconde palle. Noi la stiamo preparando in un certo modo, non dimentichiamoci che quando siamo andati a Padova, nonostante mancassero diversi giocatori, abbiamo fatto una grande partita, perdendo solo negli ultimi minuti. Domani ce la giochiamo con tutti i giocatori a disposizione».

A Padova i rossoblu dovranno necessariamente vincere, “Avere più risultati a favore è un vantaggio per la squadra, ma l’obbligo di vincere ci darà una spinta in più. Nel corso del campionato abbiamo dimostrato di saper tenere una certa mentalità, anche quando abbiamo perso. Mi auguro di fare le stesse prestazioni prima della pandemia, in cui non abbiamo fatto passare le avversarie oltre al centrocampo, a dispetto delle sconfitte. Per me in una partita secca sono importantissimi gli stimoli e le motivazioni, partite così si vincono con la testa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com