sabato, Gennaio 16, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film poliziesco stasera in TV: “Max Payne” martedì 14 luglio 2020

Il film poliziesco stasera in TV: “Max Payne” martedì 14 luglio 2020

FILM MAX PAYNE

Il film poliziesco stasera in TV: “Max Payne” martedì 14 luglio 2020 alle 21:20 su RAI 4

Mona Sax.png

Max Payne è un film d’azione del 2008diretto da John Moore ed interpretato da Mark Wahlberg, Mila Kunis, Beau Bridges e Olga Kurylenko.

La sceneggiatura è ispirata al videogioco per PC e console Max Payne, pubblicato il 25 luglio del 2001.

Una sera, dopo aver seguito una pista apparentemente infruttuosa che lo ha portato ad interrogare un tossicodipendente nella stazione di Roscoe Street, il detective della NYPD Max Payne conosce un’avvenente ragazza, Natasha Sax, che la mattina seguente viene ritrovata morta proprio nei pressi dell’abitazione di Max.

Il caso è fortuitamente affidato ad Alex Balder, ex compagno del detective Payne alla sezione omicidi. Nel corso di quest’indagine Payne, sospettato dai suoi stessi colleghi dell’omicidio della Sax a causa del fatto che la donna ha con sé il distintivo di Payne, rubato precedentemente, accusa Balder di non lavorare abbastanza per scoprire chi ha assassinato la sua famiglia: Balder, riapre il caso dell’omicidio della famiglia di Payne e, lavorando sul caso Sax, scopre alcuni elementi che potrebbero collegare i casi. I due decidono di incontrarsi a casa di Payne per parlarne, ma al suo rientro a casa, Balder è già morto e poco dopo, anche il detective Payne viene violentemente percosso fino a perdere i sensi. Ma, essendo stato rinvenuto accanto al cadavere del collega Balder, Payne inizia ad essere sospettato dagli affari interni e ritenuto colpevole dai colleghi di Balder degli omicidi di Natasha Sax e del collega Alex Balder. Per lui non rimane altro che proseguire le indagini da solo, con l’aiuto occasionale di Mona Sax, che cerca vendetta per la morte della sorella Natasha.

Payne e la Sax raccolgono una serie di indizi che li portano a ricollegare gli omicidi con una particolare droga sintetica chiamata Valchiria, creata a scopi militari dalla Aesir Corporation, industria farmaceutica per cui lavorava anche la moglie del detective Payne. Sicuro delle proprie indagini, Payne va ad affrontare Jack Lupino, un ex militare ora principale spacciatore di Valchiria, ed uno dei pochi ad essere sopravvissuto alla sostanza. Durante il duello corpo a corpo, però, il detective si trova in difficoltà e, quando sta per essere sopraffatto, viene salvato dal provvidenziale intervento di BB Hensley, suo ex collega, ora capo della sicurezza per la Aesir Corporation. Poco dopo, però, Max si ritrova stordito e ammanettato, e BB si rivela: è lui il vero assassino della famiglia Payne, pronto ad uccidere nuovamente per tenere sotto controllo i suoi affari illeciti collegati alla droga. Nonostante ciò, il detective Payne riesce a fuggire tuffandosi nell’acqua gelata del fiume. Riemerso, per sopravvivere all’ipotermia, ha come unica opzione quella di assumere due dosi di Valchiria.

Spinto dalla vendetta e dagli effetti della droga, si reca nella sede della Aesir Corporation, dove, anche con l’aiuto della Sax, si fa strada tra le guardie armate piano per piano, fino a raggiungere il tetto. Lì, sulla piattaforma per gli elicotteri, incontra finalmente il suo ex amico BB e può compiere la sua vendetta con un colpo secco al cuore. Payne, ferito, si abbandona al ricordo della famiglia, ma, come già successo nelle fredde acque del fiume, viene risvegliato dal torpore della morte ed è salvo. Subito dopo si vede Max (che è stato rilasciato) e la Sax in un bar. La donna tira fuori un giornale in cui è presente in prima pagina la foto di Nicole Horne, capo dell’Aesir Corporation. I due si scambiano uno sguardo come per dire che il lavoro non è ancora finito.

Regia di John Moore

Con: Mark Wahlberg, Mila Kunis, Beau Bridges e Olga Kurylenko 

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *