martedì, Settembre 29, 2020
Home > Italia > Modica, bimbo di 21 mesi ucciso dalle botte. La tragedia di Evan

Modica, bimbo di 21 mesi ucciso dalle botte. La tragedia di Evan

modica

MODICA (RAGUSA) – E’ stata la madre del piccolo Evan ad allertare i soccorsi, il corpicino pieno di lividi. Non ha potuto fare a meno di notarli il personale medico dell’Ospedale Maggiore di Modica dove il piccolo, 21 mesi appena, è stato trasportato e dove è morto poco dopo, vittima di quella violenza feroce che solo i vigliacchi sanno infliggere ai più deboli.

La tragedia si colloca a Rosolini, comune del Siracusano, all’interno di una palazzina delle case popolari. Il sospetto che il bimbo fosse rimasto vittima di violenza all’interno delle mura domestiche si è acceso subito. Non poteva essere altrimenti, visto lo stato in cui si trovava il piccolo quando è arrivato in ospedale, tanto che il medico che l’ha visitato ne è rimasto profondamente turbato. La Procura di Siracusa ha disposto il fermo sia della madre 23enne di Evan, sia del convivente della donna, 32 anni, che non è il padre del piccolo.

I reati ipotizzati sono omicidio volontario e maltrattamenti in famiglia. La coppia è stata tradotta in carcere dagli agenti del commissariato di polizia di Modica, che stanno indagando sulla vicenda.

La segnalazione è scattata ad opera del personale medico del pronto soccorso dell’ospedale di Modica.

Gli inquirenti ipotizzano che sia stato il convivente della mamma di Evan a ridurlo in fin i vita a forza di botte, mentre lei non avrebbe fatto nulla per impedirlo.

Sarà ora l’autopsia a fare definitivamente chiarezza sulle cause del decesso del bimbo, anche se la presenza dei lividi riscontrati sul collo e sul corpo del bambino non lascerebbero adito a dubbi.
Il padre del bimbo, che lavora fuori regione e che aveva interrotto un anno fa la relazione con la donna, è stato informato e si è messo subito in viaggio per rientrare in Sicilia.

Sembra che proprio lui avesse presentato in Liguria, dove lavora, un esposto per maltrattamenti contro ignoti per lesioni ai danni del figlio.

La nonna paterna, infatti, aveva notato alcuni lividi che il piccolo aveva vicino all’orecchio, documentandoli con delle foto e parlandone poi con gli assistenti sociali, che avevano qualche giorno fa preso in carico la situazione. La mamma del bimbo avrebbe sempre trovato scuse poco plausibili per coprire quanto stava realmente accadendo.

A fare le spese di tutto questo un bimbo innocente che non aveva neanche 2 anni.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
La-Notizia.net (www.la-notizia.net) nasce il 27 marzo 2017 con la registrazione presso l'Ufficio delle Entrate di San Benedetto del Tronto della Associazione Culturale “LA NUOVA ITALIA” peraltro già attiva dal 2007 nel settore della promozione di convegni ed iniziative letterarie ed artistiche volte a tutelare i valori culturali e nazionali della tradizione e della innovazione Italiana nell'ambito delle attività creative e divulgative. Dopo un decennio di attività la assemblea dei soci ha deciso di registrare a fini legali e fiscali la propria Associazione per poter intraprendere la attività editoriale di un quotidiano on-line innovativo e futuristico in ambito locale, nazionale ed internazionale denominato La-Notizia.net individuando il Direttore della testata nella propria socia fondatrice dr.ssa Lucia Mosca riconoscendone le importanti qualità professionali e culturali. A seguito dell'avvenuta ufficializzazione e della attribuzione di partita IVA alla nostra Associazione presso la sede storica situata a San Benedetto in via Roma, 18 si è proceduto alla prescritta registrazione della testata presso il tribunale di Ascoli Piceno perfezionata con numero 534 del 9 maggio 2017 consentendoci in tal modo di trasformare il blog già operativo da qualche mese in giornale quotidiano on-line a tutti gli effetti. Nei 13 mesi trascorsi da allora il giornale ha già totalizzato oltre un milione di visualizzazioni ed è attualmente in progressiva e forte crescita giungendo a sfiorare nell mese di maggio le 150 mila visualizzazioni mensili. Tale importante crescita deriva dalla volontà del direttore Lucia Mosca di creare un organo di informazione indipendente e che sappia coprire l'informazione locale, nazionale ed internazionale con professionalità ed onestà intellettuale, dando voce a tutti i liberi cittadini a tutela della libertà di espressione tutelata dall'art. 21 della nostra Costituzione. Una voce libera ed autorevole guidata da Lucia Mosca che, dopo aver avviato la propria attività giornalistica nel 1993 con Il Messaggero di Macerata ed aver proseguito negli anni con Il Messaggero Ancona (e cronaca nazionale), Il Messaggero San Benedetto del Tronto ed Ascoli Piceno, Ancona e nazionale, Il Resto del Carlino Marche, Ascoli Piceno e Ancona, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale, ha deciso di dare vita ad un organo di informazione che potesse dare piena espressione all'esperienza acquisita. La-Notizia.net dà voce a tutti, a prescindere dal colore politico e dalla appartenenza etnica, culturale e religiosa, purché si mantengano i criteri del rispetto della libertà e della dignità altrui, dell'oggettività e della rilevanza di una cronaca che sia effettivamente a favore di una utilità sociale di cui mai come ora c'è concretamente bisogno. Si tratta di un quotidiano nazionale con edizioni locali per Marche ed Abruzzo. Per ora solo on line, presto su cartaceo e dotato di web tv. Il direttore è particolarmente sensibile alla valorizzazione del territorio, della attività che stanno faticosamente cercando di uscire dal periodo di crisi. Ha inoltre un occhio particolarmente attento per ciò che concerne il mondo dell'arte in tutte le sue sfaccettature. https://www.facebook.com/La-notizianet-340973112939735/ https://twitter.com/LuciaMosca1 e-mail: info@la-notizia.net Tel. +39 346 366 1180

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *