sabato, Ottobre 16, 2021
Home > Abruzzo > Trasporto Scolastico e ritorno in classe: “Scaricabarile del governo”

Trasporto Scolastico e ritorno in classe: “Scaricabarile del governo”

governo

“A 20 giorni dalla riapertura delle scuole il Governo è nel caos totale.   Si assiste, per l’ennesima volta, a uno scaricabarile che dimostra la totale inadeguatezza dei ministeri delle Infrastrutture e dell’Istruzione e la distanza del Comitato tecnico dalla vita reale delle persone. 

Dal governo continuano  ad arrivare solo regole inapplicabili, come il metro di distanza sui  bus, inattuabili, come i distanziatori per la cui omologazione si prevedono almeno tre mesi , e tardive, mancano 20 giorni all’inizio della scuola. Tutto è rimesso all’autonomia degli Istituti Scolastici e ai tavoli regionali e provinciali. Ma non arriva una risorsa né un  provvedimento di legge che semplifichi le normative di affidamento del sistema di trasporto aggiuntivo. 

Come sempre il governo scarica le sue inefficienze sulle istituzioni locali lasciando Scuole , Regioni, Province e Comuni senza indirizzi chiari e risorse sufficienti. Come sempre correremo ai ripari con i nostri mezzi assumendoci la responsabilità di mitigare l’ennesimo  tragico fallimento a cui questo governo sta mandando incontro il paese con la riapertura delle scuole. Infatti ci siamo già attivati per far partire i servizi aggiuntivi da svolgere attraverso Ncc e bus turistici , nonostante l’inadeguatezza delle risorse messe a disposizione. 

Sarebbe interessante , nel frattempo , conoscere cosa hanno fatto , oltre a filosofare , gli esperti di TPL che dalla Regione sono fuggiti in Parlamento”. Lo ha dichiarato il sottosegretario ai trasporti della Regione Abruzzo, Umberto D’Annuntiis.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net