venerdì, Ottobre 30, 2020
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato nel pomeriggio in TV: “Ultimatum alla Terra” domenica 27 settembre 2020

Il film consigliato nel pomeriggio in TV: “Ultimatum alla Terra” domenica 27 settembre 2020

film ultimatum alla terra

Il film consigliato nel pomeriggio in TV: “Ultimatum alla  Terra” domenica 27 settembre 2020 alle 16:10 su Nove 

Ultimatum alla Terra (film 2008).png

Ultimatum alla Terra (The Day the Earth Stood Still) è un film del 2008 diretto da Scott Derrickson, remake dell’omonimo film di fantascienza del 1951. Protagonista del film è Keanu Reeves, che veste i panni dell’alieno Klaatu con Jennifer Connelly e Jon Hamm,

Il film è uscito in contemporanea mondiale il 12 dicembre 2008.

Nel 1928, un esploratore sul Karakorum trova una strana sfera luminosa e la tocca, perdendo i sensi. La sfera, ottenute informazioni sul DNA umano, vola via e sparisce, lasciando interdetto l’esploratore.

Nel 2008, un sistema di guardia spaziale individua un oggetto in rapido avvicinamento alla Terra. Inizialmente si pensa sia un asteroide, la cui traiettoria lo porterebbe a impattare su New York. Si riunisce d’urgenza una squadra di crisi, della quale viene chiamata a far parte la scienziata Helen Benson.

L’oggetto è in realtà un’astronave, che atterra in Central Park. Ne esce un alieno. Per la tensione, a qualcuno parte un colpo di arma da fuoco e l’essere viene ferito. Subito dopo esce dalla navicella un altro alieno, che appare essere un robot gigantesco, molto più spaventoso, che, ridotte all’impotenza tutte le armi lì vicine, sembra disattivarsi.

Helen trasporta l’alieno ferito in un centro di studio, dove questo si trasforma e poco per volta assume le sembianze dell’esploratore, il cui DNA era stato prelevato otto decenni prima: gli alieni hanno la tecnologia per assumere fattezze umane per adattarsi al pianeta e interagire indisturbati in mezzo agli uomini. L’alieno, che dice di chiamarsi Klaatu, vorrebbe parlare all’ONU, ma tale possibilità gli viene negata dai militari presenti nel centro, i quali, al contrario, cercano di estorcergli con l’ipnosi delle informazioni riguardo ad un eventuale progetto di invasione della terra da parte di qualche esercito alieno: Klaatu riesce a liberarsi dagli strumenti dell’ipnosi e inizia ad ipnotizzare il militare che gli faceva le domande, ottenendo le informazioni per fuggire dal centro. I militari, però, mobilitano tutti i mezzi per cercarlo.

Helen e il suo figlio adottivo Jacob aiutano Klaatu a sfuggire alle grinfie dei militari e scoprono un po’ alla volta la sua reale intenzione. L’alieno, infatti, è arrivato sulla Terra come rappresentante di una confederazione di civiltà, che ha il compito di preservare e difendere i rari pianeti in grado di ospitare la vita, come la Terra. La razza umana viene accusata di star uccidendo il pianeta e verrà quindi sterminata. Di conseguenza l’umanità deve fare i conti con l’estinzione senza possibilità di redenzione.

Nella fuga Helen e Jacob portano Klaatu in un McDonald’s dove ad attenderlo c’è un cinese anziano accompagnato dal nipote. Si scopre che egli è un alieno come Klaatu mandato sulla Terra più di 70 anni prima come infiltrato per studiare da vicino il comportamento umano. Nella conversazione con Klaatu spiega che stando sempre vicino agli umani si è reso conto che sono una razza distruttiva che non sembra essere capace di cambiare; Klaatu ora ha deciso di dare il via al procedimento per sterminare la razza umana per salvaguardare il pianeta. A sorpresa però il suo amico si rifiuta di andare via dalla Terra, pur essendo consapevole che ciò gli costerebbe la vita, dicendo che ormai la Terra è diventata casa sua e che comunque, c’è anche un aspetto positivo negli esseri umani e che non sono tutti cattivi e incapaci di cambiare.

Sfere luminose di tutte le dimensioni arrivano sulla Terra a salvare esemplari di tutte le specie, prima dello sterminio dell’umanità. Tale sterminio ha inizio quando il robot alieno, ribattezzato Generatore Organico Robo-Tecnologico (GORT), si libera dal luogo in cui era stato rinchiuso per essere analizzato: si trasforma quindi in una sciame di piccoli insetti, che corrisponde all’arma definitiva per l’eliminazione della razza umana e delle sue creazioni. Comincia infatti a spostarsi, divorando tutto ciò che incontra, comprese le armi con cui si cerca di fermarlo, aumentando di dimensioni apparendo inarrestabile.

Nel frattempo Helen, Jacob e Klaatu sono fuggiti in macchina nei boschi e Klaatu rivela ad Helen che è iniziato lo sterminio degli umani e che non ha intenzione di fermarlo per il motivo detto sopra: Jacob, origliando il discorso da dentro la macchina, teme che Klaatu sia un nemico e un impostore, soprattutto quando, all’arrivo di un poliziotto che vuole arrestarlo, l’alieno lo atterra mortalmente facendo muovere in retromarcia la macchina che il poliziotto guidava anche se poi lo riporta la vita trasformando, con i suoi poteri alieni, la morte in sonno. Helen quindi si trova a dover convincere Klaatu che la razza umana può cambiare e lo porta dal padre, scienziato e vincitore del premio Nobel; lo scienziato spiega a Klaatu che quando ci si trova a un passo dal baratro è lì che si ha la volontà di cambiare. La conversazione viene però interrotta dall’arrivo dei militari, chiamati da Jacob che crede di avere avuto la conferma che Klaatu è un nemico dopo aver scoperto da un servizio in TV che è ricercato come alieno che complotta contro la razza umana. Helen viene catturata, mentre Jacob e Klaatu scappano nei boschi. Jacob nella fuga inciampa rischiando di cadere in un canale e affogare ma viene tratto in salvo da Klaatu. Jacob capisce di avere giudicato male Klaatu e si scusa con lui per avere chiamato i militari.

Intanto Helen implora e ottiene dai militari di tornare, insieme ad un solo militare che si offre volontario, alla ricerca di Klaatu per convincerlo a fermare tutto; Jacob e Klaatu le telefonano e si danno appuntamento con lei al cimitero dove è sepolto suo padre (morto l’anno prima in guerra) perché vorrebbe che Klaatu lo riportasse in vita come aveva fatto con il poliziotto. Giunti sul posto Jacob implora Klaatu di esaudire il suo desiderio, ma questi gli dice con dispiacere che non può farlo.

Assistendo alla tristezza di Jacob e all’attacco dello sciame alieno che nel frattempo è sopraggiunto, Klaatu si convince che c’è dell’altro nell’umanità come gli aveva detto il compagno cinese e capisce che l’umanità ha la capacità di riscattarsi: decide di ritornare con Jacob nonché Helen e il suo collega arrivati nel frattempo, alla sfera di Central Park per fermare lo sciame alieno. Qui giunto, quasi senza colpo ferire perché anche i militari si sono ormai arresi, riesce a bloccare lo sciame salvando appena in tempo Jacob ed Helen ma, non, purtroppo, il suo collega. Klaatu entra nella sfera e vola via dalla Terra insieme ad essa. Come ultimo effetto, su tutta la Terra viene provocato un black-out e tutta la razza umana piomba nel silenzio e nella riflessione.

Regia di Scott Derrickson

Con Keanu Reeves, Jennifer Connelly e Jon Hamm

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *